Skin ADV

Predaia senza frontiere, i giovani vincono la sfida dell’online

dom 24 gen 2021 14:01 • Dalla redazione

Tres si aggiudica il primo posto seguito da Mollaro e Priò

Oltre 50 ragazze e ragazzi in gara provenienti dalle diverse frazioni di Predaia e Sfruz, 10 squadre, 6 serate di gioco coinvolgenti e un numero imprecisato di domande e quesiti di cultura generale nonesa e non. Sono questi i numeri di “Predaia senza Frontiere – online edition”, appassionante sfida a quiz organizzata dal comitato PreGio Eventi nell’ambito del Piano Giovani di Zona “Terra di Mezzo”.

Al primo posto Tres, che si è aggiudicato il titolo di campione riuscendo a strappare la vittoria nella finalissima a Mollaro, classificatosi secondo. Poi Priò, che ha conquistato la medaglia di bronzo, e Sfruz, rimasto ai piedi del podio al termine di un avvincente testa a testa con i vincitori dell’ultima versione “classica” dei Giochi senza Frontiere di Predaia.

A seguire le altre frazioni: Segno e Smarano, uscite al secondo turno, e Coredo, Taio, Vervò e Vion, eliminate ancora al primo turno.

Nei panni di presentatore del “quiz a distanza” Andrea Widmann alias Lou Albert, noto organizzatore di eventi per i giovani in Val di Non, il quale, affiancato da Andrea Preti ed Erwin Rizzardi di PreGio Eventi, ha condotto in maniera simpatica e frizzante le varie puntate, che si sono svolte totalmente online grazie alla piattaforma Google Meet e che gli “spettatori” hanno potuto seguire comodamente da casa attraverso le dirette trasmesse sulla pagina Facebook “PreGio Eventi”.

Living Immobiliare

I vincitori avranno ora diritto, non appena sarà possibile, a una “cena con autista” al ristorante, così come i secondi classificati (che però non potranno godere del conducente), mentre coloro che si sono piazzati al terzo e quarto posto riceveranno un cesto di prodotti tipici.

L’obiettivo dell’iniziativa era quello di continuare a promuovere, anche in un momento particolare come quello che stiamo vivendo, il senso di appartenenza dei giovani alla loro comunità, coniugando sportività, agonismo e puro divertimento.

«Devo dire che organizzare un evento totalmente online non è stato semplice – commenta Andrea Preti, presidente di PreGio Eventi – ma la risposta in termini di partecipazione e gradimento da parte dei giovani è stata molto positiva. I numeri dicono che ogni diretta è stata seguita da 100-150 persone, il che ci riempie di orgoglio. Abbiamo cercato di ripristinare un po’ di socialità in un periodo difficile».

Non è stato semplice, tra l’altro, preparare oltre 500 domande su Predaia, la Val di Non e non solo. «I quesiti riguardavano la cultura generale e il nostro territorio: patroni, soprannomi delle frazioni, modi di dire dialettali, qualche curiosità sulle grandi personalità nonese – spiega Preti –. Sicuramente quest’esperienza ci ha arricchiti sotto tanti punti di vista. Ci tengo a ringraziare il Piano Giovani di Predaia e Sfruz “Terra di Mezzo”, la referente istituzionale Ilaria Magnani, il referente del Tavolo per il Comune di Sfruz Gabriele Ossanna e il referente tecnico-organizzativo Fabrizio Brida, il direttivo di PreGio Eventi, in particolare Erwin Rizzardi che ha lanciato l’idea, e Andrea Widmann che ha condotto brillantemente le puntate. Grazie anche ai concorrenti che hanno partecipato e a chi ci ha seguito sui social. Ci siamo divertiti molto, speriamo di vederci presto anche con l’edizione “classica” di “Predaia senza Frontiere”».



Riproduzione riservata ©

indietro