Skin ADV

Incendio al santuario

ven 05 feb 2021 15:02 • Dalla redazione

Intervento dei vigili del fuoco questa mattina per domare un principio d'incendio divampato in una stanza

Questa mattina, intorno alle 5.30, i vigili del fuoco volontari di Coredo e Sanzeno sono intervenuti al santuario di San Romedio. Un incendio, fortunatamente di piccole dimensioni, si è sviluppato in una stua posta sopra la Cappella di San Giorgio. Il falò è stato prontamente domato dai pompieri senza l'ausilio di acqua ma solo con estintori, ha intaccato parte del pavimento in legno. Al termine dell'intervento, i vigili del fuoco si sono poi accertati che non fossero rimaste braci all'interno del pavimento.

Living Immobiliare

 Sono in fase di accertamento le cause del falò: l'ipotesi è che le fiamme si possano essere originate da una candela accesa. 

La stua è una stanzetta privata, di riflessione, non visitabile dal pubblico. Dal santuario fanno sapere che il locale non conteneva nulla di valore. I funzionari della Soprintendenza per i beni culturali stanno già raggiungendo il luogo per constatare l'entità del danno. Il rettore Silvestri conferma che non ci sono stati danni rilevanti.

Esempio tra i più interessanti in Trentino di arte cristiana medioevale, il santuario di San Romedio è un luogo di culto trentini tra i più amati e ogni anno richiama oltre 200.000 pellegrini. Immerso in una splendida cornice naturale, il complesso architettonico è formato da più chiese e cappelle costruite sulla roccia. Qui San Romedio visse come eremita per molti anni, secondo quanto dice la leggenda in compagnia solo di un orso trentino. È custodito dai frati dell’Ordine di San Francesco d’Assisi.



Riproduzione riservata ©

indietro