Skin ADV

Nuove opere finanziate a Cavareno e Pellizzano

dom 21 feb 2021 14:02 • Dalla redazione

I due comuni si vedranno finanziate opere urgenti: acquedotto e polo scolastico

Una veduta di Cavareno

Hanno un valore di 1 milione 831mila euro gli interventi urgenti che la Giunta provinciale ha deciso di finanziare su proposta dell’assessore agli enti locali Mattia Gottardi. Sei sono i territori comunali sui quali verranno realizzate altrettante opere: tra essi Cavareno e Pellizzano: nel comune noneso con l’ampliamento dell’opera di presa per gli acquedotti di Cavareno, Sarnonico e Dambel, per quello solandro con la bonifica per la realizzazione del nuovo polo scolastico. “Si tratta di opere importanti per le comunità locali, attraverso le quali saranno create nuove opportunità di lavoro per le aziende del nostro territorio” ha commentato l’esponente dell’esecutivo provinciale.

Living Immobiliare

I lavori urgenti sono stati ammessi a finanziamento dalla Giunta, a valere sul fondo di riserva. Gli interventi sono stati individuati sulla base delle richieste inoltrate dalle amministrazioni comunali e dopo un’attenta valutazione delle singole situazioni.

In particolare, si tratta dell’ampliamento dell’opera di presa in località Val Contres a servizio dell’acquedotto dei comuni di Cavareno, Sarnonico e Dambel, d’iniziativa del Comune capofila di Cavareno. Sono previsti l’ampliamento delle vasche di calma, la realizzazione della sedimentazione e di due vasche di carico. L’opera di presa è stata realizzata nel 1918, con un successivo intervento nel 1951 e ora risulta sottodimensionata per le attuali esigenze e richiede un deciso miglioramento anche sotto l’aspetto gestionale (285826,14 euro di contributo su un importo di progetto di 374870 euro).

Una veduta di Pellizzano

A Pellizzano quindi vi sarà la bonifica del terreno per la realizzazione del nuovo polo scolastico dedicato ai bambini fino a 6 anni. Dopo la demolizione del vecchio edificio, sono stati avviati i lavori di scavo ma è stata accertata una perdita di gasolio, proveniente dalla vecchia cisterna della scuola con inquinamento del terreno e delle falde acquifere. L’intervento di bonifica prevede la completa rimozione e lo smaltimento del terreno contaminato, necessari per procedere con la realizzazione dell’edificio scolastico (154.024,96 euro di contributo su un importo di progetto di 192.531,20 euro).



Riproduzione riservata ©

indietro