Skin ADV

Coronavirus: come la scuola reagisce all'emergenza

sab 21 mar 2020 • Dalla redazione

La scuola non si ferma: insieme con la didattica online per uscirne più forti di prima

In questi giorni veramente difficili per tutti, la scuola si è profondamente adattata all’emergenza coronavirus, movimentando tutte le risorse e le energie a propria disposizione. Tutte le scuole della nostra provincia hanno messo in atto svariate iniziative finalizzate a mantenere vivo e vitale il rapporto con i propri studenti, grazie ad una rapida diffusione della didattica online e sulla base della straordinaria disponibilità di tutti a collaborare nell’ottica dell’aiuto reciproco. Fondamentale in questa fase la figura dell’animatore digitale, che oltre a supportare i dirigenti scolastici fornisce costante assistenza nell’utilizzo delle piattaforme dedicate al tema della scuola digitale. Per fornire un supporto sempre maggiore a queste attività il Dipartimento Istruzione e Iprase hanno attivato sui propri portali delle sezioni dedicate mettendo a disposizione della collettività scolastica preziose risorse per la didattica online. Iprase inoltre ha intensificato l’offerta formativa da remoto rivolta al personale della scuola attraverso una serie di iniziative che stanno già ottenendo numerosissime adesioni da parte dei docenti.

Il termine resilienza, che per lo più viene utilizzato in relazione ai singoli, questa volta lo si può a ragione associare all’intero settore scolastico provinciale, in grado di fornire una risposta alla sospensione forzata delle consuete attività didattiche in presenza, sostituite da varie forme di didattica on line. Va detto, tuttavia, che queste attività rappresentano solo la punta dell’iceberg di un impegno più profondo e articolato del personale e delle Istituzioni del mondo della scuola, che in questi giorni si stanno costantemente mobilitando per fare fronte a questa fase di emergenza straordinaria. 

Nelle ultime settimane, anche grazie al fondamentale contributo di IPRASE, è stata avviata un’intensa attività di aggiornamento e perfezionamento online, sia per trovare nuovi modelli e strumenti in grado di attivare risposte adeguate all’emergenza, sia per mantenere vivo il desiderio e l'interesse nei docenti di continuare a curare il proprio sviluppo professionale. 

Ecco alcuni dati relativi a queste iniziative:

- dalla sospensione delle lezioni, quasi 3.000 docenti hanno svolto moduli di formazione a distanza presenti nella piattaforma Moodle di Iprase;

- a partire dal 20 marzo e per tutto il mese di aprile, sono in programma una serie di webinar sulla “Scuola inclusiva”; solo al primo incontro, hanno aderito ben oltre 250 docenti;

- da fine marzo, verrà proposto ai Dirigenti e alle figure di staff un ciclo di incontri a distanza intitolato “La scuola fuori dalle mura. Indicazioni operative per la gestione della didattica e della collegialità in cloud al tempo del coronavirus”, con l’obiettivo di fornire un concreto supporto operativo per l’organizzazione della didattica a distanza e delle riunioni online sulla base di strumenti operativi che ogni scuola potrà adattare alle sue specifiche esigenze;

- seguiti a distanza da esperti e attraverso piattaforme dedicate, stanno proseguendo i lavori in gruppo di docenti (all’incirca 500) negli ambiti della “didattica della matematica inclusiva”, della “matematica per il primo e secondo ciclo”, della “didattica inclusiva integrata”, delle “competenze digitali”;

- per completare la formazione dei docenti neoimmessi in ruolo del corrente anno scolastico, si stanno predisponendo video lezioni dedicate, così come per garantire tutte le indicazioni necessarie alle modalità; a breve, si potrà quindi collegarsi online alla piattaforma Iprase e completare la formazione obbligatoria;

- sul portale di IPRASE è possibile consultare utili materiali e riferimenti per docenti, studenti e famiglie che vanno dalla realizzazione di un’efficace didattica a distanza, alla possibilità di accedere a strumenti di formazione/informazione orientativa (soprattutto per i ragazzi che stanno completando il proprio percorso scolastico o formativo), fino alla possibilità di aderire alla piattaforma e-learning completamente rinnovata e arricchita.

 



Riproduzione riservata ©

indietro