Skin ADV

Livo: dalla frana di Port al traffico, si lavora per la sicurezza (4)

ven 02 apr 2021 14:04 • By: Federica Chini

A poco più di sei mesi dalle elezioni comunali, NOS Magazine intraprende un viaggio tra i comuni delle valli del Noce, ascoltando le voci dell’amministrazione e, dove presente, della minoranza. Stavolta andiamo a Livo

Palazzo de Aliprandini Laifenthurm, sede del comune di Livo

LIVO. Pare che i primi mesi della nuova amministrazione targata Willi Zanotelli siano trascorsi all'insegna del dialogo con la controparte guidata da Roberto Zorzi. Gli interventi ed i temi su cui lavorare, a detta del nuovo primo cittadino, sono molti, obiettivi raggiungibili grazie ad un'oculata gestione delle risorse a bilancio e dei finanziamenti.

A sei mesi dalle elezioni, qual è il punto della situazione?

Zanotelli: Dal mio punto di vista io sono soddisfatto, in quanto il clima in consiglio comunale è di collaborazione con il gruppo di minoranza. Lo scorso 25 marzo abbiamo infatti approvato il bilancio con una votazione favorevole all'unanimità, un segnale di questo spirito di condivisione. Il mio atteggiamento è e sarà ottimista anche per ragioni personali: lo scorso anno, esattamente in questo periodo, la mia vita è rimasta per diverso tempo appesa ad un filo a causa del Covid, un mostro che mi ha mandato in terapia intensiva con intubazione. Un pericolo che mi ha segnato, che tuttavia mi ha permesso di guardare al futuro con un diverso atteggiamento rispetto al passato.

Zorzi: ci siamo rimasti un po' male per la sconfitta alle urne, perché siamo un gruppo tutto sommato giovane, un aspetto che però potrebbe averci penalizzato in quanto la popolazione forse ha visto in noi poca esperienza. Abbiamo comunque notato uno spirito poco propositivo da parte di molti consiglieri della maggioranza, a cui noi vogliamo compensare pungolando nei dettagli delle questioni.

Qual è il suo giudizio della minoranza?

Zanotelli: come ho già detto, apprezzo il metodo e l'interazione nelle discussioni dell'opposizione, è non è una frase di circostanza.

Qual'è il suo giudizio sull'amministrazione?

Zorzi È presto per dare una valutazione, ma credo che sia necessario un maggiore impegno in alcuni versanti, in particolare nel rendere attrattivo e vivibile il Comune e le sue frazioni e scoraggiarne l'abbandono da parte delle giovani coppie e famiglie.

Living Immobiliare

Qual'è il primo obiettivo raggiunto?

Zanotelli: Abbiamo mosso un po' le acque per lo spostamento della sede della Famiglia Cooperativa di Varollo nelle vecchie scuole elementari, che ci permetterà di avviare una riqualificazione della piazza della frazione.

Zorzi: al momento, nessuno, è trascorso troppo poco tempo per esprimersi. Il nostro compito è controllare quanto messo in atto dalla maggioranza e verificare che le opere e le promesse del programma elettorale vengano realizzate. Abbiamo presentato i nostri dubbi su alcuni piccoli lavori, che pur essendo di entità limitata comportano comunque dei costi di manutenzione per le casse comunali.

Le priorità invece?

Zanotelli: dobbiamo intervenire quanto prima su un movimento franoso in località Port, in quanto lo smottamento rischia di interessare le vicine strade interpoderali, sulle quali ovviamente transitano i mezzi agricoli. La messa in sicurezza di tale area viene prima di tutto.

Zorzi: la sicurezza stradale: a Livo passa un'arteria a scorrimento veloce, su cui gli automobilisti tendono frequentemente a schiacciare sull'acceleratore, superando anche di molto i limiti previsti dal codice della strada. I rischi per la popolazione sono notevoli, ancor di più nella zona delle scuole elementari. Le multe dei vigili urbani non sono un deterrente sufficiente, occorrono strategie più incisive per risolvere il problema. A nostro avviso si dovrebbe mettere a punto una rotatoria in prossimità della farmacia e delle scuole, per tentare di rallentare il transito dei veicoli.

Sempre sul fronte della sicurezza stradale, persistono i problemi sulle tratte comprese tra il ponte di Mostizzolo e Livo e tra Cagnò e Livo, soprattutto in occasione di precipitazioni forti, che talvolta hanno come conseguenza l'isolamento del nostro borgo.

I prossimi obiettivi?

Zanotelli: la realizzazione di un'area dedicata al fitness nel parco delle scuole, un progetto a cui teniamo molto perché dedicato al benessere ed alla salute della cittadinanza, investendo circa 20.000 euro. Si dovrà adeguare l'acquedotto - opera finanziata all'85% dalla Provincia – e l'illuminazione pubblica, che provvederemo a sistemare grazie ad un contributo proveniente dal Ministero degli Interni riservato alle municipalità con meno di 1.000 abitanti in materia di efficientamento energetico. Altro tesoretto che arriverà da Roma sono 100.000 euro, importo che spenderemo per apportare alcune migliorie in alcuni edifici come la scuola dell'infanzia, con la sostituzione dei serramenti vetusti. Ci occuperemo anche della manutenzione straordinaria dell'ambulatorio comunale e di Palazzo Aliprandini Laifenthurn nonché della toponomastica, in conformità alle normative vigenti. La parte straordinaria del bilancio appena approvato ammonta ad 1 milione e 140.000 euro complessivi, una cifra significativa. C'è molto su cui lavorare, ma con il giusto impegno, trovando le risorse economiche e curando al meglio quando abbiamo a disposizione nelle nostre casse, auspichiamo di raggiungere quanto ci siamo prefissati.

Zorzi: Ribadisco la necessità di rendere attrattivo il nostro territorio per i giovani e le famiglie, implementando le aree di lottizzazione per edifici residenziali. 



Riproduzione riservata ©

indietro