Skin ADV

Cassa Rurale Val di Non premia lo studio

gio 20 mag 2021 10:05 • Dalla redazione

Negli ultimi 30 anni la Cassa Rurale ha premiato oltre 3.000 studenti, con l’erogazione di più di un milione di euro

La cerimonia, in presenza, di premiazione nel 2018

CLES. Da sempre la Cassa Rurale Val di Non affianca e sostiene i giovani che attraverso lo studio vogliono costruirsi un percorso di vita, di crescita personale e professionale. Al di là dell’attività bancaria, con numerosi servizi e prodotti studiati per il target più giovane, ogni anno la Cassa Rurale propone il Bando “Premi allo Studio”, riservato agli studenti che conseguono un titolo di studio o che trascorrono un periodo di studi all’estero, per concorrere alla formazione dei cittadini di domani, per dare qualità al futuro delle nostre Comunità. Il Bando “Premi allo studio 2021”, da poco pubblicato, è dedicato ai giovani Soci (o figli di Soci per le Scuole secondarie) della Cassa Rurale che conseguono un titolo di studio attraverso il superamento con merito dell’esame nelle seguenti Scuole: Scuola secondaria di primo grado (Terza Media), Scuola secondaria professionale, Scuola secondaria superiore, Università (laurea triennale, laurea magistrale / specialistica).

Living Immobiliare

Un premio speciale sarà concesso a chi otterrà il punteggio massimo “con lode”. La sezione del Bando riservata agli studi all’estero prevede l’assegnazione di una Borsa di studio ai Soci (o figli di Soci per le Scuole superiori) frequentanti la Scuola superiore o l’Università che hanno scelto di trascorrere un periodo di studio all’estero per apprendere e perfezionare una lingua straniera, a chi investe, quindi, nella progettualità al fine di migliorare le sue conoscenze ed esperienze.

Le domande dovranno pervenire in Cassa Rurale entro il giorno 20 settembre 2021.

Il Presidente della Cassa Rurale Silvio Mucchi e il Direttore Generale Massimo Pinamonti, che hanno presentato l’iniziativa, rimarcano come negli ultimi 30 anni la Cassa Rurale abbia premiato oltre 3.000 studenti, con l’erogazione di più di un milione di euro. Quest’anno la Cassa Rurale ha affiancato al tradizionale Bando “Premi allo Studio” una particolare iniziativa pensata per sostenere, con un premio di frequenza, le famiglie con figli iscritti a Scuole musicali o a corsi di musica organizzati dai corpi bandistici. Lo studio della musica offre ai bambini e ai giovani l’opportunità di esprimersi attraverso l’arte dei suoni, sviluppare creatività, imparare a condividere progetti comuni, accrescere il senso critico, potenziare le proprie competenze trasversali, stare bene con sè stessi e con gli altri. Quest’ultima iniziativa, sempre riservata esclusivamente ai figli dei Soci della Cassa Rurale, prevede come termine ultimo per la presentazione delle domande il 31 maggio 2021. Entrambi i Bandi sono pubblicati sul sito internet www.crvaldinon.it oppure possono essere richiesti agli Sportelli della Cassa Rurale.



Riproduzione riservata ©

indietro