Skin ADV

Val di Sole, NuVolA sempre in prima fila

mar 08 giu 2021 09:06 • Dalla redazione

La capo nuvola: «Il 2020 un anno particolarmente complicato che ha messo alla prova i volontari»

Maristella Delpero ringrazia Giovanni Bernardelli

VAL DI SOLE. Si è chiuso per i Nu.Vol.A della Val di Sole un anno particolarmente complesso e difficile. Anche nel pieno della pandemia, il Nucleo volontari Alpini della valle non ha fatto però mancare il proprio sostegno alla popolazione solandra e non solo, alle amministrazioni comunali e a tutte quelle realtà e istituzioni che ne hanno richiesto l’aiuto. Formato da 57 volontari effettivi, 5 soci onorari e 4 allievi, il gruppo, in attesa di poter usufruire di una propria sede adeguata, ha celebrato l’assemblea annuale nella caserma dei vigili del fuoco di Ossana alla presenza del presidente provinciale Giorgio Seppi e della sindaca di Ossana Laura Marinelli, oltre che di altri rappresentanti della protezione civile. “Il 2020 è stato un anno particolarmente difficile e pesante – ha evidenziato la capo Nu.Vol.A Maristella Delpero, ripercorrendo le tantissime attività in cui sono stati impegnati volontari -. Sotto tanti aspetti è un anno da dimenticare. La pandemia ha stravolto tutti, ha portato grandi paure e incertezze e ha cambiato le nostre abitudini”.

Anche la stessa attività del gruppo ha dovuto riorganizzarsi e adeguarsi alla nuova situazione sanitaria: alle consuete iniziative legate alla preparazione e somministrazione pasti e al supporto alle altre associazioni di protezione civile in occasione di calamità naturali, si sono affiancate operazioni connesse all’emergenza.

Living Immobiliare

“I nostri volontari hanno dimostrato di essere in grado poter fare tutto il possibile, non hanno declinato nessuna richiesta e hanno operato su tutto il territorio provinciale – ha spiegato la capo nuvola -. Nel rispetto di tutte le regole anti Covid, ci siamo messi a disposizione e ci siamo resi immediatamente disponibili a svolgere determinati compiti, andando all'Avis a confezionare mascherine che poi abbiamo distribuito nella città di Trento insieme ai vigili del fuoco permanenti, abbiamo svolto il servizio Resto a casa passo io, il servizio di ritiro e consegna di farmaci per gli ammalati così come la distribuzione dei DPI. Ci siamo occupati anche del ritiro e della consegna di generi alimentari per la Caritas e degli effetti personali dei ricoverati e abbiamo consegnato i computer portatili agli studenti e i termo scanner a tutte le scuole della Val di Sole”.

A ciò si aggiunge il servizio di distanziamento eseguito presso il CTE di Trento e il servizio d'ordine presso le chiese la consegna e al pre-triage presso l'ospedale Santa Chiara e al Crosina di Trento. “Abbiamo affiancato le amministrazioni comunali quando ce lo hanno chiesto – ha concluso Delpero, che nel ringraziare i Comuni e il comandante dei vigili del fuoco di Ossana Antonio Bezzi, ha anche auspicato di poter presto vedere risolta la situazione della mancanza delle sede –. Purtroppo a causa della pandemia non abbiamo potuto seguire i formazione e aggiornamento per i nostri volontari. Abbiamo passato dei momenti difficili che hanno richiesto da parte di tutti una grande disponibilità e senso del dovere. Per questo voglio ringraziare tutti volontari per il grande impegno messo e che continuano a mettere tuttora”.

L’assemblea si è quindi conclusa con il saluto e il caloroso ringraziamento per i tanti anni di attività a Giovanni Bernardelli che, compiuti 80 anni, continuerà a sostenere il gruppo anche se non più con funzioni operative. 



Riproduzione riservata ©

indietro