Skin ADV

Un cuore per le Vallate Solandre

mar 15 giu 2021 19:06 • Dalla redazione

La Coop inaugura a Fucine il primo punto vendita con insegne Conad

FUCINE. Un cuore in cui tutte le peculiarità del movimento cooperativo convergono e si integrano in un’entità forte, coesa, solidale e che in sé racchiude i colori che simboleggiano quelle ricchezze naturali che per secoli hanno sostenuto una sobria economia alpina, capace nei tempi più duri di trovare comune e reciproco aiuto nella cooperazione.

È il nuovo logo che Famiglia Cooperativa Vallate Solandre ha voluto darsi per ribadire con forza il proprio ruolo economico, sociale e culturale all’interno della valle e non solo. Ideato dall’agenzia di comunicazione di Cles Nitida Immagine, la nuova immagine che d’ora in poi accompagnerà la Coop, guidata dalla presidente Marina Mattarei, sarà presentata ufficialmente durante l’inaugurazione del punto vendita di Fucine, il primo che porterà le insegne Conad dopo la scelta dell’assemblea dei soci di lasciare Sait per stringere un’alleanza con Dao Conad e il quindicesimo della rete di vendita della Coop.

Living Immobiliare

Il taglio del nastro avverrà domani mattina alle 11 alla presenza delle autorità e rappresenterà, appunto, un momento molto importante per la vita della Coop che in questo modo coglie l’occasione per riaffermare i propri valori identitari e una precisa visione sulla quale costruire la propria idea di profitto, più vicina ai paesi e alle piccole comunità di montagna e capace di creare valore per l’intero territorio.

«Assumere questo logo – commenta la presidente Mattarei - è un modo per rilanciare la nostra mission e riaffermare le nostre responsabilità verso la comunità e avviene in un momento in cui abbiamo scelto di cambiare le nostre alleanze commerciali». Responsabilità che ben si esplica a Fucine con la riapertura del punto vendita nata da una vera e propria alleanza tra due istituzioni – il Comune di Ossana e la Famiglia Cooperativa – che insieme hanno collaborato per ridare alla comunità un servizio importantissimo dopo la sua chiusura avvenuta lo scorso settembre.



Riproduzione riservata ©

indietro