Skin ADV

Il Soccorso Alpino aiuta un giovane escursionista sfinito dalla stanchezza

dom 20 giu 2021 10:06 • Dalla redazione

È successo nella notte. Il giovane stava raggiungendo il rifugio Denza

VERMIGLIO. È terminato poco prima delle 23 un intervento notturno in soccorso di un escursionista della provincia di Mantova del 2002 nei pressi di Passo Pozzi sulla Presanella. Il ragazzo stava procedendo insieme ad altri tre compagni in direzione rifugio Denza (Vermiglio) quando, a una quota di circa 2.500 m.s.l.m., non è stato più in grado di proseguire per sfinimento. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata intorno alle 21.15.

Il coordinatore dell’area operativa Trentino occidentale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero e ha attivato la Stazione di competenza di Vermiglio.

Living Immobiliare

L’elicottero, dopo aver caricato a bordo due operatori a Vermiglio, è salito in quota. Grazie all’utilizzo dei visori notturni e a una luce appositamente accesa dagli escursionisti, il gruppo è stato individuato velocemente. Sul posto sono stati verricellati il tecnico di elisoccorso e i due soccorritori della Stazione di Vermiglio. Una volta valutata la situazione sanitaria con il medico, l’escursionista in difficoltà è stato recuperato a bordo dell’elisoccorso con il verricello, trasferito a Vermiglio e consegnato agli operatori della stazione e ai vigili del fuoco. I suoi compagni di escursione, illesi, sono stati accompagnati fino al rifugio Denza dai due soccorritori. Prezioso il supporto del gestore del rifugio Denza che si è incamminato per andare incontro al gruppo.



Riproduzione riservata ©

indietro