Skin ADV

Val di Non, riattivato il progetto “#Resta a casa passo io” per famiglie e cittadini colpiti dell’emergenza sanitaria

ven 18 dic 2020 12:12 • Dalla redazione

Il progetto attivato durante il lockdown primaverile dal nostro Servizio Politiche Sociali insieme al competente Servizio provinciale, era stato ampiamente utilizzato e, ora, è di nuovo attivo.

Durante la scorsa primavera a causa dell’emergenza sanitaria e dell’impossibilità di spostarsi al di fuori del proprio Comune, il nostro servizio in stretta collaborazione con il Servizio provinciale competente, aveva attivato il servizio “#Resta a casa passo io”, un numero telefonico a cui potersi rivolgere per avere farmaci e spesa a domicilio, nonché ascolto e sostegno per situazioni di solitudine. Il servizio era dedicato a persone sole, anziani over75 anni e persone con maggior rischio di contrarre il virus Covid-19, senza rete parentale o familiare che potesse supportarli e sostenerli.

Il progetto attivato prima a livello provinciale e poi su tutte le Comunità di Valle del Trentino, ha visto la regia da parte del competente Servizio provinciale insieme ai Servizi sociali territoriali, al fine di dare risposta ai bisogni e alle problematiche connesse al diffondersi dei contagi e alla situazione di lockdown che impediva gli spostamenti e rendeva più difficile mantenere contatti con familiari ed amici.

Living Immobiliare

Tante le associazioni e le organizzazioni che hanno collaborato anche con la PAT e il nostro Servizio, al fine di rispondere alle differenti necessità, tra queste i Nu.Vol.A, la Croce Rossa, l’associazione Psicologi per i popoli, il Corpo Volontari Val di Non, le amministrazioni comunali, le farmacie e le tante cooperative di consumo presenti in valle.

Nei mesi subito dopo il lockdown la situazione è stata monitorata e durante l’estate il Servizio è stato momentaneamente sospeso. Con la recente ripresa dei contagi e le ultime misure predisposte dal Governo e dai singoli territori, dopo un primo riavvio del progetto a livello provinciale, anche il nostro Servizio Politiche Sociali ed Abitative ha deciso di riattivare il progetto, adattandolo però ad un situazione differente rispetto alla scorsa primavera: ad oggi il servizio è attivo al fine di supportare le persone sole o i nuclei familiari senza rete parentale e sociale di supporto, che sono impossibilitati ad uscire di casa, ad esempio perché malate o in quarantena preventiva. Viene data in particolare risposta a chi ha necessità di spesa e/o farmaci a domicilio.

Ci si può rivolgere al n. dal>lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 o all’indirizzo di posta elettronica sociale @comunitavaldinon.tn.it.



Riproduzione riservata ©

indietro