Skin ADV

La Provincia di Trento al vertice per la qualità della pubblica amministrazione

lun 19 lug 2021 16:07 • Dalla redazione

Lo rivelano i due indici Institutional Quality Index e European Quality of Government Index Fugatti: i servizi e l’efficienza della macchina provinciale al centro della nostra azione

TRENTO. La Provincia autonoma di Trento si colloca al vertice in Italia per la qualità della pubblica amministrazione. Lo evidenzia l’Institutional Quality Index, un indice che misura la qualità delle istituzioni pubbliche a livello provinciale - aggiornato con dati al 2019 - ideato dalla professoressa Annamaria Nifo dell’Università degli Studi del Sannio e dal professor Gaetano Vecchione dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. E i dati sono confermati anche dall'ultima edizione dell'EQI (European Quality of Government Index), l’indice europeo che fotografa la percezione dei cittadini sulla qualità del governo regionale realizzato tramite un sondaggio dall’Università di Göteborg e relativo al 2021.

L’IQI si basa su dati oggettivi e assegna un valore da 0 a 1 per ogni provincia analizzata, considerando 5 aspetti:

  • Voice and accountability, che sintetizza la partecipazione alla vita pubblica dei cittadini e il loro livello di istruzione e culturale;
  • Government effectiveness, che riassume la presenza di infrastrutture (anche digitali) e servizi (come sanità e istruzione), la qualità ambientale e il tasso di raccolta differenziata;
  • Regulatory quality, che considera l’apertura dell’economia, l’attività imprenditoriale nel territorio e la presenza di dipendenti della Pubblica Amministrazione;
  • Rule of law, che sintetizza i tassi di criminalità, l’efficienza della giustizia civile, l’economia sommersa e l’evasione fiscale;
  • Corruption, che guarda ai crimini contro la pubblica amministrazione e alla cattiva amministrazione.

    Living Immobiliare

                                                                                                                                                                                                                                                                                                      In base ai dati aggiornati al 2019 a livello provinciale Trento ottiene il valore massimo, pari a 1, ponendosi al vertice nella classifica, seguito da Trieste (0,96) e Treviso (0,92). Nel 2004, anno in cui è stata avviata la serie storica dell’IQI, Trento era seconda in graduatoria con un punteggio pari a 0,86. Le ultime posizioni sono occupate dalle province meridionali: Crotone e Vibo Valentia sono invece agli ultimi due posti.

La classifica dell’IQI, basato su dati oggettivi, viene confermata, come detto, anche dall’EQI. Anche in questo caso, la Provincia autonoma di Trento si piazza al primo posto in Italia, confermando la propria leadership tra le Regioni del Belpaese come accaduto già nella seconda e terza edizione dell’EQI pubblicate nel 2013 e nel 2017.

“Le due classifiche – sottolinea il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti – ci incoraggiano a proseguire sulla strada intrapresa da un apparato pubblico che intende mettere al centro della sua missione i servizi ai cittadini e alle imprese”.



Riproduzione riservata ©

indietro