Skin ADV

La 57esima meridiana sarà ispirata a Pinocchio

mar 03 ago 2021 09:08 • Dalla redazione

Con la serata dedicata agli orologi solari di Monclassico e Presson si è aperto il Festival dell’Astronomia di Dimaro Folgarida

MONCLASSICO. La pioggia e l’allerta meteo di colore giallo non hanno funestato, almeno non del tutto, la serata dedicata alle meridiane artistiche di Monclassico e Presson. Evento inaugurale del festival dell’astronomia «A un passo dalle stelle» promosso dal Comune di Dimaro Folgarida in collaborazione con la Rete del Turismo Astronomico Astronomitaly, il Consorzio Dimaro Folgarida Vacanze e le associazioni di volontariato locale, l’appuntamento «Sotto il segno delle stelle» si è svolto, ieri sera, come da programma nella cornice di piazza alla Fontana di Monclassico grazie a uno spiraglio offerto dal tempo. E proprio il tempo e la sua misurazione attraverso strumenti antichissimi, come appunto le meridiane, sono stati il filo conduttore della serata presentata dal presidente dell’associazione culturale Le Meridiane Sandro de Manincor, che ha illustrato le attività fin qui intraprese dal sodalizio nato nel 2002 e i tanti progetti futuri. Oltre al calendario 2022, che è stato distribuito al pubblico presente, in cantiere c’è la creazione di un nuovo orologio solare, che porterà a 57 il numero di quelli realizzati.

Living Immobiliare

«Si tratta di un’opera ispirata a Pinocchio, il burattino di Collodi nell’anno in cui ricorre il 140esimo anniversario della pubblicazione sul “Giornale per i bambini” della prima puntata di “La storia di un burattino”, avvenuta il 7 luglio del 1881 – spiega de Manincor -. La meridiana, ideata da Dario Campo e realizzata da Natale Bigoni, sarà collocata nel parco urbano di Monclassico e si comporrà di una vecchia lavagna di scuola. A segnare le ore del giorno sarà proprio il lungo naso del burattino, che fungerà da gnomone. Stiamo, inoltre, completando la realizzazione di un libro che raccoglierà tutte le meridiane realizzate finora e abbiamo in programma l’aggiornamento del nostro sito web con la versione in lingua inglese».

Il presidente ha poi annunciato anche l’allargamento dei membri del direttivo, che da quest’anno accoglie anche Attilio Brusaferri, Barbara Martintoni e l’artista scultore Diego Rudellin. Non sono mancati momenti di divertimento con le sagaci battute del comico Marco Della Noce, in versione Oriano, il meccanico della Ferrari, e di intrattenimento con la musica di Veronica Bresadola, giovane chitarrista solandra che con le sue note ha accompagnato alcune riflessioni sul tempo. A fare gli onori di casa, quindi, il sindaco del Comune di Dimaro Folgarida Andrea Lazzaroni e l’assessora alla cultura Monica Tomasi, mentre complimenti per l’iniziativa sono arrivati dall’assessore regionale Lorenzo Ossanna e dai consiglieri provinciali Ivano Job e Paola Demagri.

La serata è stata, però, solo la parte conclusiva di una giornata intensa dedicata alla scoperta degli antichi strumenti di misurazione del tempo e che necessariamente ha subito qualche variazione causa le bizze del tempo. Ottimo gradimento, ad esempio, ha riscosso il tour guidato tra le meridiane che si è concluso nei suggestivi avvolti di Presson dove si sono potute gustare anche alcune prelibatezze locali.

 



Riproduzione riservata ©

indietro