Skin ADV

Un anziano cagnolone sfinito «salvato» dai pompieri

gio 26 ago 2021 19:08 • By: Lorena Stablum

Un intervento che conferma la generosa disponibilità dei nostri vigili del fuoco ma che ci invita anche a far maggiore attenzione alle esigenze dei nostri amici a quattro zampe

VERMIGLIO. È un intervento di soccorso curioso quello che ieri sera, intorno alle 18, ha impegnato il corpo dei vigili del fuoco volontari di Vermiglio. Un intervento che, se da un lato non fa che confermare la grandissima generosità e disponibilità dei nostri pompieri, dall’altro ci ricorda che, quando programmiamo un’escursione in montagna, non dobbiamo tener conto solo del nostro allenamento ma dobbiamo preoccuparci anche dello stato di salute di chi ci accompagna. Anche se - o forse a maggior ragione - quest’ultimo è il nostro amico a quattro zampe, il nostro inseparabile “Fido”.

Elektronemo

Sì, perché ieri ad aver bisogno dell’aiuto dei vigili del fuoco non è stato "un umano", bensì un anziano cagnolone di circa 45 chili di peso che se ne andava in gita con il suo padrone e che, a un certo punto, sfinito dal tanto camminare si è bloccato nella discesa dal rifugio Francesco Denza Stavel, sul sentiero SAT 233, senza poter più proseguire. Da qui la chiamata di soccorso con la richiesta d’intervento. Sul posto sono arrivati, con la massima disponibilità, sette pompieri di Vermiglio che hanno collocato e, quindi, assicurato l’animale su una portantina e che con tutte le cautele lo hanno trasportato a valle. Da qui anche il monito che i pompieri di Vermiglio hanno voluto postare sulla propria pagina Facebook: “Ricordiamo a tutti i possessori di cani di valutare non solamente le proprie condizioni fisiche ma anche quelle dei loro amici a quattro zampe per evitare di distogliere del personale da altri interventi”.



Riproduzione riservata ©

indietro