Skin ADV

Odorizzi: la comunità trentina ci ha capiti

mar 28 set 2021 09:09 • Dalla redazione

Il vicepresidente della Federazione Trentina della Cooperazione per il settore agricolo conferma il percorso che come cooperative agricole trentine viene portato avanti in termini di salubrità, qualità e sostenibilità delle produzioni, in termini economici, sociali ed ambientali

Michele Odorizzi, presidente di Melinda e vicepresidente della Federazione Trentina della Cooperazione

TRENTO. L’esito del referendum propositivo sul biodistretto denota una sostanziale comprensione da parte della comunità trentina della politica di sostenibilità che le cooperative agricole e le loro organizzazioni di riferimento stanno portando avanti da diversi anni con obiettivi sempre più stringenti e green.

“I dati della consultazione popolare – commenta Michele Odorizzi, vicepresidente della Federazione Trentina della Cooperazione per il settore agricolo – ci spronano a proseguire con determinazione nel percorso che come cooperative agricole trentine abbiamo portato avanti fin qui in termini di salubrità, qualità e sostenibilità delle produzioni, in termini economici, sociali ed ambientali.

Living Immobiliare

Ognuno di noi, coltivatore o cittadino, ambisce ad avere un ambiente di vita e di lavoro più sicuro, bello e fruibile. E il nostro lavoro continuerà in questa direzione”.

“Salute, ambiente e biodiversità restano le priorità della nostra azione – conclude Odorizzi –: il nostro impegno per una agricoltura sempre più green andrà avanti con convinzione e senso di responsabilità verso le nuove generazioni. Pensiamo che quella del biologico rappresenti una delle possibili modalità per raggiungere questo obiettivo, che va senz’altro percorsa, insieme ad altre azioni e ad altri strumenti, nella direzione comune e condivisa di un Trentino più sostenibile”. 



Riproduzione riservata ©

indietro