Skin ADV

Un bando per giovani artisti trentini nel cinquantenario del secondo Statuto di Autonomia

ven 01 ott 2021 16:10 • Dalla redazione

Le domande vanno presentate entro il 31 ottobre 2021

TRENTO. Un bando pubblico per promuovere la partecipazione e l'accesso al finanziamento da parte di giovani artisti e organizzazioni artistiche composte in maggioranza da giovani residenti in Trentino o con sede legale nel territorio provinciale, per la realizzazione di progetti culturali sul tema del Cinquantenario del secondo Statuto di Autonomia: la Giunta provinciale lo ha approvato nel corso della seduta di oggi mettendo a disposizione 140 mila euro per iniziative negli ambiti di teatro, musica, danza, cinema, audiovisivi e arti visive.

Si tratta di un primo bando che attua l'articolo 28 bis della legge provinciale sulle attività culturali riguardante proprio le iniziative per il cinquantesimo anniversario del secondo Statuto e che si prevede di riproporre in un secondo bando nel 2022.

Living Immobiliare

Il valore di questa opportunità si fonda sull'idea che le giovani generazioni non siano semplici consumatori di cultura, ma soggetti creatori di proposte culturali, in questo caso con iniziative che possano approfondire la storia della comunità trentina e in particolare il tema dell'Autonomia. Le domande di contributo possono essere presentate entro il 31 ottobre 2021 al Servizio attività e produzione culturale.

Considerata la vastità degli ambiti culturali a cui è rivolto il bando, la valutazione dei progetti artistici è demandata a un gruppo di lavoro, che opera a titolo gratuito, ed è composto dal dirigente del Servizio attività e produzione culturale della Provincia autonoma di Trento Claudio Martinelli, il direttore del Centro Servizi Culturali S. Chiara Francesco Nardelli, il funzionario del Museo di Arte moderna e contemporanea Gabriele Lorenzoni, il responsabile della Trentino Film Commission Luca Ferrario, le rappresentanti designate per la Fondazione Museo Storico del Trentino Sara Zanatta e per il Comitato per il Cinquantenario del secondo Statuto di autonomia Elisa Bertò.



Riproduzione riservata ©

indietro