Skin ADV

Gratuità dell'A22 tra Trento e Rovereto, la Provincia proroga e amplia la misura

lun 08 nov 2021 14:11 • Dalla redazione

La finanziaria estende il provvedimento al tratto tra Rovereto Sud e Trento Nord. Il presidente Fugatti: una sperimentazione che punta a ridurre il traffico sulla statale del Brennero

TRENTO. La manovra finanziaria della Provincia autonoma proroga la gratuità del transito sull'A22 nelle ore di punta (dalle 6 alle 9 al mattino e dalle 17 alle 20 alla sera, dal lunedì al venerdì) per gli utenti dell'autostrada tra Trento e Rovereto e in entrambe le direzioni. Lo prevede l'articolo 23 della legge di stabilità, parte della manovra finanziaria approvata dalla Giunta provinciale assieme a disegno di bilancio e legge collegata. Il testo di legge, che ora deve percorrere l'iter in Consiglio provinciale prevede di estendere il provvedimento di gratuità, modificando il tratto interessato ed estendendolo a quello tra i caselli di Rovereto sud e Trento nord, mentre oggi la possibilità sussiste solo per i tratti di autostrada tra i caselli di Rovereto sud e Rovereto nord e tra i caselli di Trento sud e Trento nord.

Living Immobiliare

Sulla base dello studio della mobilità tra Trento e Rovereto, la Provincia intende quindi sperimentare per l’anno 2022 la nuova modalità di diversificazione del traffico veicolare. L'intenzione è di farla partire dal primo gennaio del 2022 e di mantenerla almeno fino al 31 ottobre 2023.

Si tratta - afferma il presidente della Provincia autonoma, Maurizio Fugatti - di un provvedimento sperimentale che punta a sgravare la statale del Brennero nel tratto interessato dal traffico delle ore classiche dei pendolari. La misura, inserita nella manovra che verrà discussa in Consiglio provinciale, è stata richiesta da molte amministrazioni comunali. Il provvedimento si attuerà dal gennaio dell'anno prossimo e servirà anche a raccogliere i dati per capire quali potranno essere le scelte future da mettere in campo sulla viabilità relativa a Rovereto e ai Comuni vicini".



Riproduzione riservata ©

indietro