Skin ADV

Scuola aperta all'Enaip di Cles

mar 23 nov 2021 11:11 • Dalla redazione

Appuntamento per il prossimo 27 novembre e per il 18 dicembre

CLES. Sabato 27 novembre dalle 9:00 alle 12:00 e sabato 18 dicembre dalle 14:00 alle 17:00 il Centro di formazione professionale Enaip di Cles apre le porte ai ragazzi e alle loro famiglie per far conoscere la propria offerta formativa. In queste due giornate, sarà possibile visitare i laboratori di meccanica ed elettrica, dove i ragazzi delle prime e delle seconde classi saranno all’opera. Alcuni studenti dei terzi anni svolgeranno la funzione di tutor e saranno disponibili a fornire tutte le indicazioni utili per poter scegliere al meglio la scuola che possa essere tagliata “su misura” per ciascun ragazzo. “Non esiste infatti – spiega il direttore Luca Branz - una scuola più o meno accattivante ma, bisogna saper sceglier quella che va bene al singolo”.

Living Immobiliare


Nelle stesse giornate poi si avrà la possibilità di conoscere la nuova qualifica di Operatore alla riparazione di macchine per l’agricoltura e l’edilizia; questo nuovo percorso partirà a settembre del prossimo anno formativo 2022/23; potranno iscriversi non solo i ragazzi che attualmente frequentano la classe prima nel Centro di Cles ma anche i ragazzi frequentanti in altri Centri e, coloro che attualmente frequentano il primo anno della scuola secondaria di secondo grado. Abbiamo costruito questa nuova qualifica partendo dall’esigenza nata dalle Associazioni di categoria e dalle aziende del nostro territorio alla ricerca sempre più di personale specializzato. Nelle Valli del Noce e nella Piana Rotaliana, territori con una spiccata vocazione agricola, servono persone in grado di fornire la manutenzione alle apparecchiature di questo settore. Come avviene per le qualifiche “tradizionali” meccanica ed elettrica.

Al termine del percorso triennale è possibile proseguire gli studi con il quarto anno in alternanza e il quinto anno (CAPES), e conseguire i Diplomi di Tecnico e di Maturità. “Il CFP Enaip di Cles vi aspetta (i genitori devono avere il green pass), perché siamo convinti che una scelta consapevole debba basarsi sulla conoscenza, sia del percorso formativo da intraprendere che delle proprie attitudini”, conclude Luca Branz.



Riproduzione riservata ©

indietro