Skin ADV

Obbligo di vaccino per i forestali e i vigili del fuoco, ma solo permanenti

gio 02 dic 2021 16:12 • Dalla redazione

Fugatti ha firmato la nuova ordinanza sul Coronavirus che definisce anche le regole per gli impianti di risalita

TRENTO. Il presidente della Provincia Maurizio Fugatti ha firmato l'ordinanza numero 83 in tema di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Il testo applica per gli impianti di risalita specifiche misure di prevenzione, indicando le modalità di accesso e le capienze in base alla tipologia di impianti (aperti o chiusi).

Si specifica poi a chi, sulla base delle nuove regole nazionali decise dal governo nei giorni scorsi per il personale del comparto della difesa, sicurezza e soccorso pubblico, viene applicato in Trentino l'obbligo vaccinale. In particolare, viene esteso dal 15 dicembre al personale del Corpo Forestale e del corpo permanente dei vigili del fuoco non però ai volontari che non essendo gli stessi titolari di un rapporto di pubblico impiego.

Elektrodemo

Per quanto riguarda gli impianti di risalita, le linee guida prevedono che "l'accesso a funivie, cabinovie e seggiovie (qualora utilizzate con la chiusura delle cupole paravento) è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid" e che, “considerata la possibilità che i titoli di viaggio siano acquistati online o tramite altre soluzioni digitali e/o abbiano validità plurigiornaliera, il controllo da parte dei gestori sul possesso della citata certificazione verde può essere svolto anche a campione". Solo in zona rossa e arancione è previsto il contingentamento degli accessi.

L'ordinanza, inoltre, prevede di istituire presso l'Azienda provinciale per i servizi sanitari un elenco provinciale delle strutture che effettuano test antigenici rapidi per il rilascio di certificazioni verdi Covid-19, abilitate alla comunicazione dei risultati dei test rapidi stessi tramite l'applicativo informatico predisposto dall'Azienda provinciale stessa per il successivo inserimento nel sistema di notifica dell'esito.

Viene infine specificata la definizione di attività di ristorazione o somministrazione di pasti e bevande all'aperto al fine dell'applicazione della disciplina della certificazione verde Covid-19 (Green pass).



Riproduzione riservata ©

indietro