Skin ADV

Distretto Famiglia Val di Non

mer 12 gen 2022 15:01 • Contenuto a Pagamento  Dalla redazione

Il punto della situazione dopo quasi un anno di lavoro

VAL DI NON. Eccoci dopo qualche mese a condividere lo stato dell’arte su quanto è stato attivato o si sta attuando delle azioni previste dal Programma di lavoro del Distretto famiglia Val di Non per il 2021. Lo svolgimento delle diverse attività è possibile grazie all’impegno dei diversi aderenti del Distretto Famiglia del nostro territorio in sinergia con la stessa Comunità di Valle e attraverso percorsi quasi sempre attivati in rete tra diverse organizzazioni. P

artiamo con le attività formative che da alcuni anni insieme a Fondazione Demarchi e Agenzia provinciale per la famiglia abbiamo attivato: quest’anno la formazione che ha coinvolto diversi soggetti aderenti e non del Distretto è stata dedicata alle modalità di presentazione di un progetto in modo efficace e in un tempo limitato con la tecnica dell’Elevator Pitch, due appuntamenti formativi online in cui condividere esperienze e riflessioni al riguardo. Come ente coordinatore del Distretto, quest’anno abbiamo incontrato diverse organizzazioni del territorio per dare informazioni rispetto al Distretto famiglia e al lavoro di rete che lo caratterizza nonché sulle diverse certificazioni Family in Trentino in particolare quelle dedicate ai Comuni e alle associazioni sportive e sulla card EuregioFamilyPass. Negli incontri con le associazioni e le amministrazioni comunali ancora non certificate, fondamentale è stato l’apporto della stessa Agenzia per la famiglia e le testimonianze di rappresentanti delle organizzazioni già certificate, che hanno portato spunti su alcune delle attività messe in campo, hanno parlato della loro esperienza nel percorso di certificazione: uno scambio che ha arricchito sia le organizzazioni a livello locale sia la stessa Agenzia per la famiglia.

E ancora la promozione e l’attivazione anche sul territorio della Val di Non della misura provinciale del voucher sportivo, grazie alla sinergia tra PAT, amministrazioni comunali e Comunità della Val di Non, al fine di agevolare le famiglie nel far praticare lo sport ai propri figli. Abbiamo inoltre iniziato a sperimentare da quest’anno azioni integrate tra i diversi distretti famiglia territoriali, in primis promuovendo percorsi a misura di famiglia con l’iniziativa “Camminare in famiglia” che ha coinvolto il nostro Distretto insieme a Distretto Famiglia Paganella, Distretto Famiglia delle Giudicarie Esteriori e Distretto Famiglia Val Rendena: a maggio i 4 territori hanno promosso una camminata a tema ambiente e specificità dal punto di vista del paesaggio, a giugno tutti abbiamo promosso percorsi a tema culturale promuovendo visite a chiese, pievi, dimore storiche, ad ottobre abbiamo concluso con le camminate a tema alimentazione e prodotti tipici.

Living Immobiliare

In Val di Non le tre camminate sono state promosse anche grazie ad APT Val di Non, Pro Loco di Cles, Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e di Sole, le amministrazioni comunali di riferimento, nonché il Parco Naturale Adamello Brenta. Con lo stesso Parco e il Distretto Famiglia Paganella, abbiamo inoltre realizzato il progetto “Insieme per lo sviluppo sostenibile” con una serie di incontri culminati nella stessa passeggiata collegata all’iniziativa “Camminare in famiglia” a tema alimentazione sana e sostenibile in connessione con le tematiche dell’Agenda 2030: il progetto ha coinvolto in rete oltre ai tre enti promotori, tantissime realtà a livello locale e provinciale, con l’intento comune di sensibilizzare sui suddetti temi. Gli incontri sono stati promossi anche nell’ambito della Settimana dell’Accoglienza 2021 e del Festival dello sviluppo sostenibile organizzato da ASvIS.

Sempre a tema ambientale anche il Comune di Cles si è attivato per il 2021 con un’azione specifica, una campagna di sensibilizzazione per i cittadini in merito al problema dell’abbandono dei rifiuti, tuttora in corso e con diverse attività sempre sui temi dell’Agenda 2030 (da settembre) e della Parità di genere (da novembre), insieme alla propria Biblioteca Comunale. La valorizzazione del territorio passa anche nel dare nuova luce a luoghi insoliti, come con l’iniziativa “Dov’è il leprotto pasquale” promossa durante il periodo pasquale 2021 da Pro Loco di Cles insieme a Strada della Mela e dei sapori delle Valli di Non e di Sole. E sempre Strada della Mela insieme ad APT Val di Non ha replicato quest’anno in ottobre, Pomaria on the Road, iniziata sperimentalmente nel 2020, con una moltiplicazione delle opportunità anche per le famiglie e per i più piccoli! Pro.ges Trento nella scorsa primavera, anche nell’ambito delle azioni del Distretto Famiglia Val di Non, ha realizzato la serie di incontri “In dialogo per crescere” dedicato a genitori ed educatori, su tematiche educative anche legate al vissuto della pandemia da parte di famiglie e bambini. Sempre con Pro.ges e diverse amministrazioni comunali della Val di Non a partire dal 25 novembre e fino a marzo 2022, si parla di violenza di genere, con tre webinar che sonderanno i tre diversi sguardi su questo fenomeno, quello delle vittime, quello dei maltrattanti e quello dei bambini che assistono alla violenza.

Insieme ad AMA Associazione di Auto Mutuo Aiuto di Trento, abbiamo parlato di ludopatia in 2 formazioni online per addetti ai lavori e per amministratori comunali tra fine novembre e inizio dicembre 2021. Il nostro Distretto grazie al Gruppo teatrale Moreno Chini e Stradanova Slow Theatre ha promosso nella scorsa primavera l’iniziativa “Fiabe Zen al telefono” per donare 10 fiabe zen da ascoltare al telefono, anche per essere più vicini a chi, anche a causa della pandemia, si è sentito più solo. L’esperienza con questi partner e l’associazione PONTI, insieme a moltissime altre organizzazioni è proseguita attraverso il sostegno dei workshop teatrali per persone interessate e per le persone in carico al centro di Salute mentale di Cles, che hanno potuto essere protagonisti nell’edizione “In viaggio con” 2021 dedicata all’Inferno di Dante e nella “Lettura della vita di Dante al telefono”, durante la scorsa estate. L’attività ha voluto coinvolgere gruppi di persone molto diversi fra loro, per promuovere al massimo la valorizzazione delle differenze e l’inclusione sociale.  Sulla conciliazione famiglia - lavoro hanno continuato a lavorare ovviamente le tante organizzazioni aderenti al Distretto e certificate Family Audit. E sulla conciliazione APSP Anaunia ha voluto collaborare anche quest’anno con Comune di Predaia e ASD Predaia per organizzare le attività estive proprio sul medesimo territorio comunale. E sul supporto alle famiglie, in particolare alle neomamme, ha lavorato La Coccinella cooperativa sociale, grazie all’iniziativa Nani Kama Mama, portata avanti anche in connessione con il progetto “Dialogo” che coinvolge anche i territori della Val di Sole della Val di Non: uno spazio di incontro, confronto e scambio di esperienze, dedicato alle mamme. Questi sono solo alcuni esempi di ciò che abbiamo fatto assieme nel 2021, e già molte le idee per il prossimo anno. Lo scopo? Accrescere il benessere familiare sia per i residenti sia per gli ospiti, attivandosi grazie ad una rete sempre in evoluzione, quella degli aderenti al Distretto Famiglia Val di Non, che ormai da 11 anni condivide questo viaggio. 



Riproduzione riservata ©

indietro