Skin ADV

Svincolo di Dermulo e il tratto di Mestriago: arrivano i soldi

ven 04 feb 2022 17:02 • Dalla redazione

L’importo totale è di 7,5 milioni euro. Aggiornato il documento di programmazione settoriale della viabilità

Forse a una svolta l'annosa questione dello svincolo di Dermulo

TRENTO. La Giunta provinciale ha disposto la variazione di bilancio per alcune opere che interessano il territorio trentino, tra cui quelle principali sono il nuovo svincolo di Dermulo in val di Non e la sistemazione dell’intersezione Commezzadura-Mestriago-Daolasa in val di Sole. La variazione, per una somma complessiva di 8 milioni di euro circa, comporta contestualmente l’aggiornamento del Documento di programmazione settoriale per le infrastrutture stradali e ciclopedonali. Gli interventi in questione risultano dunque a tutti gli effetti finanziati e previsti nella programmazione del dipartimento Infrastrutture della Provincia autonoma di Trento.

“Si tratta – afferma il presidente Maurizio Fugatti – di opere di cui avevamo già parlato con i territori interessati, annunciando nel confronto con le amministrazioni locali la nostra intenzione di inserirle nella programmazione e di finanziarle. Con questa delibera possiamo quindi attuare quanto precisato”. Il presidente fa riferimento in particolare alla sistemazione dello svincolo a Dermulo sulla strada statale 43, che vede un finanziamento di 5 milioni di euro. “Un intervento utile per migliorare la viabilità nella zona, gli standard di sicurezza e l’integrazione con i trasporti pubblici e la mobilità ciclabile. È vero – riconosce Fugatti – che in merito a quest’opera ci sono richieste di ulteriori progetti, di cui andranno eventualmente approfonditi gli aspetti di fattibilità e le reali volontà in campo.

Living Immobiliare

Noi però riconosciamo l’esigenza di questi territori, la rispettiamo e la riteniamo importante. Per questo abbiamo finanziato il progetto di base, che sarà il punto di partenza della successiva elaborazione progettuale”.
Programmata con un impegno di 2,5 milioni di euro anche la sistemazione dell’intersezione Commezzadura-Mestriago-Daolasa in val di Sole: “Un intervento che la Comunità di valle aveva ritenuto prioritario assieme ad altri progetti. L’abbiamo inserito e finanziato – aggiunge – perché crediamo importante Fugatti ragionare su opere che la val di Sole ha proposto alla Giunta provinciale”.

Le opere nel dettaglio:

Opera n. S-648: Sistemazione dello svincolo tra la SS 43 e la SS 43 dir a Dermulo. Finanziamento di 5.000.000 euro
L’intervento prevede la sistemazione dell’intersezione con regolamentazione organica e razionale dei flussi di traffico con la contestuale realizzazione di un organizzato sistema di parcheggi d’interscambio, per favorire l’intermodalità auto-treno-bicicletta.
Altri obiettivi sono la separazione totale dei flussi veicolari da quelli pedonali, l’accessibilità diretta dalla fermata autobus ai binari del treno senza attraversamenti, la possibilità per gli autobus, di eseguire sempre manovre in destra.
Non ultimo, l’intervento ha come obiettivo quello di razionalizzare e rendere decorosa un’area che rappresenta, di fatto, la porta alla val di Non, anche attraverso una riqualificazione dell’edificio commerciale.La soluzione atta a consentire il raggiungimento di questa molteplicità di obiettivi proposta dalla Provincia è quella della regolamentazione dell’intersezione con rotatoria, in quanto, ad oggi, l’unica sostenibile finanziariamente.

Opera n. S-1027: Sistemazione dell’intersezione Commezzadura-Mestriago-Daolasa. Finanziamento: 2.500.000 euro
Consiste nella realizzazione di un intersezione a livelli sfalsati che prevede l'abbassamento della SS 42, e la realizzazione di una rotatoria che consente lo smistamento dei flussi di traffico verso Commezzadura e Daolasa.



Riproduzione riservata ©

indietro