Skin ADV

Il CRM di Malé si rinnova

mer 09 feb 2022 11:02 • Dalla redazione

Un progetto del 2012 candidato al finanziamento con fondi del Ministero per la Transizione Ecologica

MALÉ. La giunta comunale ha approvato lo scorso 4 febbraio il progetto preliminare per i lavori di ampliamento e modifiche del centro raccolta materiali della Borgata. L’iniziativa arriva anche sulla scorta dei finanziamenti che il Ministero della Transizione Ecologica mette a disposizione per interventi nel settore della gestione dei rifiuti urbani, per complessivi € 1,5 miliardi. In particolare, l’intervento interessa il miglioramento e la meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, con risorse economiche pari a € 600 milioni e per questo mira ad accedere a questa specifica linea di finanziamento, tramite candidatura presentata dalla Comunità di Valle. Il progetto preliminare è stato definito dall’ing. Lorenza Piffer nel lontano 2012, con una spesa per lavori a base d’asta pari ad € 371.717,09, somme a disposizione dell’Amministrazione per € 122.231,97, per complessivi €. 493.949,06. La giunta ritiene il progetto ancora conforme ai bisogni attuali di miglioramento, oltre che coerente con gli strumenti di pianificazione, tanto da poter semplicemente essere attualizzato per ciò che riguarda marginali previsione tecniche di dettaglio e costi.

Living Immobiliare

 L’intervento di ampliamento e adeguamento del Centro Raccolta Materiali di Malé prevede:

  • Scavo e movimenti terra per la posa delle fondazioni e della massicciata stradale sul piazzale superiore;
  • Realizzazione muro di sostegno a monte della nuova tettoia;
  • Realizzazione struttura della nuova tettoia;
  • Formazione del rilevato per la strada di servizio a monte;
  • Realizzazione nuove coperture d’angolo poste a collegamento fra il volume chiuso e le tettoie esistenti;
  • Coibentazione copertura tettoie esistenti mediante posa di uno strato isolante, unito ad un pannello ligneo trattato di finitura, sull’intradosso della lamiera grecata in essere;
  • Posa tubazioni e pozzetti per sottoservizi;
  • Messa in opera impianto elettrico a servizio delle nuove strutture;
  • Realizzazione muretto di recinzione sul perimetro dell’area;
  • Asfaltatura completa dei piazzali superiore ed esistente;
  • Posa parapetti, cancelli e recinzioni metalliche;
  • Ripristino caldana industriale al quarzo esistente dove lesionata.

Il quadro economico degli interventi, a seguito aggiornamento dd. 07.02.2022, complessivamente ammonta ad € 594.764,55.



Riproduzione riservata ©

indietro