Skin ADV

Inverno meteorologico 2021/2022: molto più caldo e molto più secco della media

sab 05 mar 2022 15:03 • Dalla redazione

L’analisi di Meteotrentino. In tre mesi (dicembre, gennaio e febbraio) solo tre giorni con precipitazioni maggiori di 1 millimetro

Peio e il Vioz

TRENTO. L’inverno meteorologico (dicembre, gennaio e febbraio) 2021- 2022 è risultato molto più caldo e molto più secco della media. Lo conferma l’analisi di Meteotrentino. Sulla nostra regione i flussi in quota sono stati prevalentemente settentrionali e le Alpi hanno generalmente confinato sul versante settentrionale le precipitazioni associate alle perturbazioni che sono transitate, mentre sul versante meridionale si sono verificati frequenti episodi di venti di foehn anche forte.

L’analisi sull’inverno meteorologico evidenzia inoltre che in tre mesi (dicembre, gennaio e febbraio) si sono registrati solo tre giorni con precipitazioni maggiori di 1 millimetro (8 dicembre, 5 gennaio e 15 febbraio).

Living Immobiliare

Le temperature sono state quasi sempre superiori alla media ed in particolare nei giorni vicini a Capodanno sono state eccezionalmente elevate; l’inverno 2021 – 2022 (dati della stazione di Trento Laste) è risultato il terzo più caldo (pari al 2015) dal 1921 ed inferiore solo agli inverni del 2007 e del 2020.

Meteotrentino segnala inoltre che l'indice SPI (Standard Precipitation Index) a 3 mesi (agricolo) è sceso sotto -1. Questo significa che siamo all’inizio di un periodo moderatamente asciutto che, in mancanza di precipitazioni significative nel mese in corso, porterebbe ad una primavera siccitosa. Maggiori informazioni qui: https://content.meteotrentino.it/agricoltura/indice_spi_2.aspx



Riproduzione riservata ©

indietro