Skin ADV

Potenziare le discipline scientifiche nella scuola

dom 27 mar 2022 17:03 • Dalla redazione

Approvato il Bando per il finanziamento di nuovi spazi laboratoriali

TRENTO. Potenziare l’insegnamento delle discipline STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) nelle istituzioni scolastiche del primo ciclo. È questa la finalità di un bando approvato dalla Giunta provinciale. Il provvedimento prevede di destinare una somma complessiva di 350.000 euro per la promozione di progetti proposti dalle istituzioni scolastiche provinciali del primo ciclo, volti alla realizzazione di spazi laboratoriali completi di strumenti digitali per l’apprendimento delle STEM. “Vogliamo una scuola moderna, al passo con i tempi, per questo abbiamo deciso di favorire lo svolgimento di queste discipline con ambienti innovativi, finanziando le scuole del primo ciclo su progetti dedicati”: così l’assessore Bisesti ha commentato il finanziamento licenziato oggi dalla Giunta provinciale.

Il potenziamento dell’apprendimento delle STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) costituisce oggi una priorità dei sistemi educativi a livello globale, sia per educare le studentesse e gli studenti alla comprensione più ampia del presente e alla padronanza degli strumenti scientifici e tecnologici necessari per l’esercizio della cittadinanza, sia per migliorare e accrescere le competenze richieste dall’economia e dal lavoro.

Living Immobiliare

L’innovazione delle metodologie di insegnamento e apprendimento delle STEM nella scuola rappresenta inoltre una sfida fondamentale per il miglioramento dell’efficacia didattica e per l’acquisizione delle competenze tecniche, creative, digitali, di comunicazione e collaborazione, delle capacità di problem solving, di flessibilità e adattabilità al cambiamento e di sviluppo del pensiero critico.

L’investimento sulle STEM da parte delle istituzioni scolastiche, accanto all’innovazione didattica del curricolo e delle metodologie, necessita però di tecnologie, risorse e spazi dedicati, affinché le studentesse e gli studenti possano osservare, creare, costruire, collaborare e imparare, utilizzando strumenti didattici e digitali innovativi.

E proprio per favorire l’apprendimento curricolare e l’insegnamento di tali discipline, la Giunta provinciale ha approvato oggi un bando rivolto alle istituzioni scolastiche del primo ciclo, che avranno tempo 45 giorni a partire dalla data di adozione del provvedimento, per presentare progetti educativi che devono avere ad oggetto la realizzazione di spazi laboratoriali e la dotazione di strumenti digitali.

La domanda di concessione del finanziamento dovrà essere presentata al Servizio Formazione professionale, formazione terziaria e funzioni di sistema, in conformità alla modulistica disponibile sul sito internet istituzionale della Provincia all’indirizzo www.modulistica.provincia.tn.it e dovrà essere trasmessa in modalità telematica tramite il canale dell’Interoperabilità intra P.I.Tre.

I progetti verranno valutati sulla base di specifici criteri di valutazione. Decorsi 30 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione delle domande, sarà approvata la graduatoria e contestualmente verrà approvato il finanziamento, nei limiti delle risorse disponibili e fino ad esaurimento



Riproduzione riservata ©

indietro