Skin ADV

Si celebra oggi la Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo

sab 02 apr 2022 11:04 • Dalla redazione

In Italia un bambino su 77, nella fascia tra i 7 e i 9 anni, presenta un disturbo dello spettro autistico. Le novità in arrivo in Trentino

TRENTO. Negli ultimi due anni, l'isolamento legato alla pandemia Covid-19 ha aggravato le condizioni delle persone con autismo e complicato ulteriormente la vita delle circa 500.000 famiglie italiane che si trovano a far fronte alle difficoltà pratiche che il convivere con questa condizione comporta. La denuncia che arriva dalle associazioni in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo che si celebra oggi con centinaia di monumenti, in Italia e nel mondo, che si illumineranno di blu. Per le associazioni, però, non bastano le luci accese e i messaggi di solidarietà di fronte a problemi che "oggi sono gli stessi di dieci anni fa, ma nascosti dalle notizie sulla pandemia e sulla guerra".

In Italia un bambino su 77, nella fascia tra i 7 e i 9 anni, presenta un disturbo dello spettro autistico, con una prevalenza maggiore nei maschi (4,4 volte più delle femmine). Segnana: "Occasione per portare il tema all'attenzione dei cittadini e per sensibilizzare giovani e adulti verso l’autismo e i disturbi collegati.

Living Immobiliare

La Provincia e l'Apss sono impegnate per dare risposte ai pazienti e alle loro famiglie che quotidianamente convivono con questa sindrome"

In occasione della Giornata mondiale l'assessora provinciale alla salute Stefania Segnana sottolinea come "Giornate come questa portano all'attenzione dell'opinione pubblica un tema su cui la Provincia autonoma, le strutture socio sanitarie e l’Azienda Sanitaria si impegnano per dare risposte ai pazienti e alle loro famiglie. Il tema dell'autismo è tra quelli prioritari e in questi anni si sono fatti passi avanti sia sul fronte della presa in carico sia rispetto alla gestione delle strutture che se ne occupano".

La sperimentazione del progetto EV.A per accompagnare i soggetti con disturbi dello spettro autistico dalla fase evolutiva all'età adulta, ha avuto esiti positivi e così nel corso del 2022 verrà rafforzata e sostenuta l’implementazione di una strategia di accompagnamento delle persone con autismo e delle loro famiglie nel passaggio dall’età evolutiva all’età adulta. Tale funzione verrà garantita anche attraverso l’adesione al bando dell’Istituto Superiore di Sanità denominato “AQuA” .

Nel corso del 2022, poi, al fine di coordinare la rete dei servizi attivi e di garantire un costante monitoraggio ai fini dell’individuazione di contesti sempre più inclusivi e rispettosi delle abilità/capacità residue di ognuno, verrà attivata da parte di APSS una funzione Unità Valutativa Multidisciplinare (UVM) dedicata all’autismo, in analogia a quanto già previsto per il presidio degli inserimenti in Casa Sebastiano, rafforzando la collaborazione e integrazione tra la componente sanitaria e sociale, oltre che la partecipazione e il coinvolgimento delle famiglie.



Riproduzione riservata ©

indietro