Skin ADV

Cresce la voglia di Pro Loco nonostante la pandemia

lun 11 apr 2022 11:04 • Dalla redazione

Quasi 200 le associazioni con 20.000 volontari che contribuiscono al benessere e al senso di appartenenza delle comunità

TRENTO. Le Pro Loco trentine godono di ottima salute: nonostante la pandemia, negli ultimi due anni sono nate dieci nuove associazioni e la riduzione della vita sociale non ha fermato i volontari, che hanno reagito con creatività e impegno, diventando il fulcro di una socialità basata su assistenza, servizio e sostegno ai più deboli. È quanto merso durante l’assemblea generale della Federazione trentina delle Pro Loco - Unpli Trentino Alto Adige che arriva in un periodo particolarmente significativo. Dal 1° aprile 2022, infatti, si torna pian piano alla vita normale grazie all’allentamento delle regole anti Covid-19 che va a semplificare l’organizzazione di sagre, feste di paese e iniziative culturali.

Living Immobiliare


Tra le questioni più importanti trattate in assemblea, dove sono intervenute oltre 30 Pro Loco, vi sono state l’approvazione del bilancio consuntivo, che mostra un mondo delle Pro Loco in salute anche dal punto di vista finanziario, e l’elezione del consigliere nazionale Unpli per il Trentino individuato in Cesare Pellegrini.

Altra novità significativa è la presentazione del Piano Strategico 2022-2024 della Federazione Trentina delle Pro Loco, frutto delle riflessioni che hanno impegnato il Consiglio della Federazione della trentina delle Pro Loco nell’ultimo anno. Tutto ciò si traduce in una vision basata su due principali capisaldi: le Pro Loco contribuiscono a rendere le comunità vive, sostenibili, resilienti e sensibili al benessere sociale e sono in grado di innescare processi di cambiamento culturale basato sulla valorizzazione delle proprie eccellenze.

Il prezioso valore dell’operato delle Pro Loco è riconosciuto anche dalla Provincia che nel 2022 ha confermato il contributo sia per la Federazione che per le associate. Sono 169 quest’anno le associazioni che hanno fatto domanda di contributo. 

 



Riproduzione riservata ©

indietro