Skin ADV

Il bilancio di Trentino Trasporti chiude col segno più

ven 06 mag 2022 12:05 • Dalla redazione

Il presidente Diego Salvatore ha presieduto l’Assemblea dei Soci per l’approvazione del bilancio dell’anno 2021

TRENTO. Il presidente di Trentino Trasporti, Diego Salvatore, ha presieduto ieri l’Assemblea dei Soci per l’approvazione del bilancio dell’anno 2021. Il presidente ha evidenziato come durante tutto il 2021 la Società ha proseguito nella gestione ordinaria, sempre orientata al contenimento dei costi, al completamento delle azioni intraprese e all’attenta gestione finanziaria degli investimenti deliberati dall’azionista di maggioranza, con una chiusura positiva del bilancio per 9.023 euro come desumibile dal Conto Economico.

La gestione dell’emergenza COVID-19 Durante i mesi estivi e con il successivo riavvio dell’anno scolastico 2021/2022, non vi sono state particolari esigenze di rimodulazione del servizio in funzione del contenimento della pandemia, pur confermando le disposizioni in tema di sicurezza e prevenzione già applicate. A partire dal mese di ottobre 2021, Trentino trasporti S.p.A., al fine di organizzare i servizi sulla base del personale in possesso di Greenpass e quindi in grado di rendere la prestazione lavorativa, ha riprogrammato il servizio procedendo per priorità preservando, in primo luogo, le corse prevalentemente scolastiche ed in via immediatamente subordinata le corse dei pendolari a discapito delle corse nelle ore di morbida e nelle fasce serali comunicandolo giornalmente tramite il sito web e i canali social aziendali..

Contratto aziendale Il 19 maggio 2021 l’Azienda e le Organizzazioni Sindacali hanno sottoscritto il contratto di secondo livello.

Le certificazioni aziendali

- Sistema di gestione sicurezza – esercizio ferroviario linea isolata ferrovia Trento - Malè- Mezzana
Nel corso del 2021 è proseguita l’attività di attuazione di quanto disposto dal Sistema di gestione della Sicurezza dell’Esercente sulla linea isolata, attuando le necessarie modifiche in relazione a necessità di aggiornamento ed adeguamento.

- Sistema di gestione sicurezza – certificazione manutenzione materiale rotabile sulla FTM
Nel corso del 2021 la Società ha conseguito la certificazione di Soggetto Responsabile della Manutenzione (Certified Entity in Charge of Maintenance) in conformità alla Direttiva (UE) 2016/798 del Parlamento europeo e del Consiglio e al regolamento di esecuzione (UE) 2019/779 della Commissione. Pertanto ora dispone di un Sistema di Gestione della Manutenzione che garantisce la sicurezza del Materiale Rotabile in Servizio sulla Ferrovia Trento – Malè – Mezzana.

- Family Audit
Nel corso del 2021 Trentino trasporti ha consolidato l’importante riconoscimento del Certificato family Audit Executive e completato il primo anno di mantenimento della Certificazione.

Living Immobiliare

- Certificazione EMAS
La Sezione EMAS Italia del Comitato per l’Ecolabel e l’Ecoaudit, istituito dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ha deliberato nella seduta del 25 febbraio 2021, la registrazione EMAS n. IT-002052 di Trentino trasporti S.p.A.
Nell’ambito della Fiera ECOMONDO 2021 di Rimini, che si è tenuta il 28 ottobre 2021, la nostra società è stata insignita del Premio EMAS UE 2021 per la categoria “Dichiarazione ambientale comunicativamente più efficace” e per la categoria “Iniziative di uso del Logo EMAS”. Il riconoscimento valorizza l’impegno profuso per la sicurezza e la sostenibilità ambientale dei trasporti nella provincia di Trento.

 

Biometano Dal 1° luglio 2021 gli autobus della città di Trento sono riforniti con il biometano prodotto nell’impianto di Cadino (TN) da Bioenergia Trentino. I primi sei mesi della collaborazione hanno prodotto ottimi risultati contribuendo alla decongestione della città di Trento dalla CO2 fossile. In particolare il fabbisogno di oltre 930.000 mc di metano della società è stato coperto al 91% dal biometano, contribuendo alla riduzione di stimate 2.000 tonnellate di CO2 fossile. I km a Trento dei bus urbani in questo periodo sono stati circa 2,9 milioni, per il 49% coperti da mezzi alimentati a biometano. L’utilizzo del biometano permette all’azienda di risparmiare quasi 300 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio), pari alla metà del consumo annuale della sede di via Innsbruck con annessa officina autobus. 

Investimenti L’attività svolta nel corso dell’esercizio 2021 per lo sviluppo dell’infrastruttura ha riguardato in particolare i seguenti progetti: predisposizione documenti di gara per appalto da parte di APAC dei servizi inerenti all’attività di “Progettazione definitiva, esecutiva, CSP, CSE e Direzione Lavori” inerenti al Polo di Interscambio Modale di Rovereto; circonvallazione ferroviaria RFI di Trento e progetto di prolungamento e potenziamento della Ferrovia Trento-Malè nel tratto da Lavis a Mattarello denominato progetto “NorduS” (nell’ambito del progetto integrato della città di Trento); studio di fattibilità per la realizzazione della nuova rimessa gomma di Cles presso la zona artigianale di Cles a sud dell’abitato, area interessata da un apposito piano attuativo; progetto BRT nelle valli olimpiche di Fiemme e Fassa; progetto per la realizzazione di un polo intermodale nel Comune di Cavalese, che è tra i territori che ospiteranno i XXV Giochi Olimpici invernali del 2026 e che rappresenta uno dei principali nodi logistici di interscambio funzionale al progetto Bus Rapid Transit (BRT); progetto bus elettrici a Trento finanziato dal PNRR: il progetto è partito a metà 2021 con I Decreti Ministeriali che hanno istituito i fondi per le regioni e province autonome del PNRR; rinnovo della flotta: per quanto riguarda l’acquisto di materiale rotabile autobus, nell’anno 2021 sono stati immatricolati 73 autobus con alimentazione a gasolio, dei quali 14 urbani e 59 extraurbani e 7 autobus urbani con alimentazione a metano CNG. Le attività di cui si è fatto cenno sono state effettuate in un contesto di rigorosa pianificazione delle opere, degli stati di avanzamento e della gestione finanziaria.

Servizio TPL Con riferimento ai singoli servizi, nel corso del 2021 si è evidenziato un recupero dei passeggeri rispetto al 2020, soprattutto nei mesi estivi, quando la situazione pandemica è notevolmente migliorata rispetto ai mesi invernali. Nel complesso il dato del 2021 vede un aumento dei passeggeri del 24,2% rispetto al 2020, ma rimane ancora inferiore (-34,4%) rispetto al 2019; il ritorno alla normalità sembra essere più lento del previsto. Analizzando i dati dei passeggeri in base alla tipologia di titolo di viaggio utilizzato, i dati del 2021 sono tutti in aumento rispetto a quelli del 2020, ma ancora abbastanza lontani dalla situazione pre pandemia. 

Aeroporto G. Caproni Le attività aeroportuali nel 2021 hanno registrato un significativo incremento rispetto ai precedenti anni, pur caratterizzate dalle forti limitazioni che la pandemia CoViD-19 ha imposto. L’aeroporto è sempre rimasto aperto, operativo H24 e sono sempre stati garantiti tutti i servizi. 

Conclusioni Anche l’attività del 2021 è stata caratterizzata dall’emergenza sanitaria causata dal CoViD-19 che, come esposto, ha comportato per la Società un notevole sforzo in termini organizzativi-gestionali sia a livello interno, per quanto concerne il personale, sia a livello esterno per quanto riguarda l’erogazione del servizio. Le difficoltà maggiori si sono registrate nei mesi invernali per la rilevante assenza di personale dovuta al diffondersi di casi di positività e dell’assenza di personale non munito di Greenpass. Nonostante ciò la Società è riuscita a garantire all’utenza il servizio quasi integralmente con la soppressione solo di un numero esiguo (in termini percentuali) di corse. Il ritorno ad una situazione di “normalità” consentirà alla Società di porre in atto tutte le azioni necessarie tese a riavvicinare l’utenza al mezzo di trasporto pubblico quantomeno nelle dimensioni pre pandemia.



Riproduzione riservata ©

indietro