Skin ADV

Celebrati i 30 anni della Croce Bianca Rotaliana

lun 20 giu 2022 09:06 • Dalla redazione

Una festa tra Mezzolombardo, San Michele e Campodenno

CASTEL BELASI. "Festeggiare oggi i vostri trent'anni credo rappresenti un esempio per i nostri giovani e per tutta la comunità trentina: il lavoro che svolgete quotidianamente e in particolare quello che avete svolto nel periodo difficile della pandemia fa capire quanto voi crediate in quello che fate. Mi rivolgo specialmente ai volontari: vedervi in questa occasione così uniti e numerosi dimostra quanto cuore ci mettiate in quello che fate e noi come istituzioni e come Provincia abbiamo bisogno di persone come voi".

L'assessore provinciale alla salute Stefania Segnana ha salutato così a Castel Belasi i numerosi rappresentanti, volontari e direttivo, della Croce Bianca Rotaliana, che ieri ha festeggiato il 30° anniversario della sua fondazione.
"Vi porto il saluto della nostra Giunta e del presidente Fugatti - ha detto ancora l'assessore - ma soprattutto vi ringrazio per il lavoro che svolgete ogni giorno verso chi ha bisogno.

Living ottobre

Abbiamo assolutamente necessità di collaborare con voi e stiamo lavorando per evitare di disperdere il valore che le associazioni come la vostra rappresentano sul territorio: i vostri trent'anni sono un valore simbolico per tutti noi".

Ai festeggiamenti hanno preso parte, tra i rappresentanti istituzionali oltre all'assessore Segnana, il consigliere provinciale Denis Paoli, i sindaci di Mezzolombardo Christian Girardi, di San Michele all'Adige Clelia Sandri e di Campodenno Daniele Biada.

Per la Croce Bianca Rotaliana sono intervenuti il presidente Giulio Lazzaretto, il direttore sanitario Giancornelio Pinamonti e uno dei fondatori, Vito Fortuna, che ha ripercorso la storia dell'associazione fin dalla sua nascita e ricordato la successiva sistemazione della prima, storica sede.
Hanno portato il loro saluto anche il presidente del Corpo volontari per la Protezione civile e interventi socio sanitari della Valle di Non - Cles Cristian de Zordo e il presidente del Cda della Cassa Rurale Rotaliana e Giovo Mauro Mendini.
Unanime il ringraziamento e il riconoscimento ai volontari e al valore del loro operato, che oggi è stato festeggiato dapprima a Mezzolombardo, con la sfilata che è partita dalla sede della Croce Bianca Rotaliana, per raggiungere attraverso le vie del paese - con la presenza dei Vigili del fuoco volontari del corpo locale - la chiesa parrocchiale di San Giovanni, dove si è svolta la messa.
A seguire, la benedizione delle ambulanze e dei mezzi di soccorso e il ritrovo a Castel Belasi, che ha ospitato per l'occasione i saluti istituzionali e un momento conviviale per tutti i partecipanti all'evento, nel corso del quale è stato distribuito uno stampato sui trent'anni di volontariato, realizzato dal vicepresidente della stessa associazione Eddy Degasperi.



Riproduzione riservata ©

indietro