Skin ADV

La fibra ottica raggiunge il Comune di Contà

gio 14 lug 2022 15:07 • Dalla redazione

Sono 329 le unità immobiliari connesse

TRENTO. Il mese di giugno segna in Trentino un nuovo incremento di 3 mila immobili serviti dalla banda ultra larga di Open Fiber. La connettività in fibra ottica FTTH (Fiber To The Home) è disponibile da qualche giorno a Contà (val di Non), Fai della Paganella, Strembo e Trambileno. Secondo Open Fiber, società che si è aggiudicata i bandi pubblici di Infratel e che si sta occupando della realizzazione di reti ultraveloci su tutto il territorio provinciale, ad oggi sono complessivamente oltre 118 mila gli utenti di 106 Comuni che dispongono di infrastrutture ultrabroadband e che possono quindi rivolgersi agli operatori partner di Open Fiber per attivare il servizio.

Living Immobiliare


Il progetto Banda ultra larga (Bul) continua con la realizzazione di nuove reti di fibra ottica. A giugno sono quasi 3 mila i nuovi immobili, serviti dalla connettività ultra veloce, la cui attivazione spetta ai privati che devono rivolgersi agli operatori convenzionati con Open Fiber. Il computo aggiornato, comprende i Comuni di Fai della Paganella (1.212 unità immobiliari), Contà (329), Strembo (696 unità servite con la rete in Ftth, ovvero fino all’immobile, ed altre 123 via radio) e Trambileno (465 in Ftth e 105 radio). .

Il progetto Bul è iniziato in ambito nazionale nel 2016 ed ha come obiettivo il collegamento con fibra ottica di 9,6 milioni di unità immobiliari.

Una percentuale minoritaria di collegamenti, soprattutto per le abitazioni sparse in zone più decentrate, difficilmente raggiungibili con il cavo in fibra ottica, viene realizzata mediante la tecnologia radio FWA (Fixed Wireless Access). Nella Provincia autonoma di Trento il valore del progetto, finanziato con fondi pubblici, ammonta a 72 milioni di euro.

 



Riproduzione riservata ©

indietro