Skin ADV

Eccellenze trentine, il progetto condiviso tra agricoltura e turismo

mer 16 nov 2022 09:11 • Dalla redazione

Carta dei valori della ristorazione italiana, il primo incontro con le categorie

TRENTO. Costruire e portare avanti, nel più breve tempo possibile, una progettualità territoriale completa per promuovere le eccellenze del territorio e rafforzare quell’alleanza tra agricoltura e turismo espressa attraverso la “Carta dei valori della ristorazione italiana”.

Ovvero l’iniziativa, ufficializzata a Roma nel 2021, che in Trentino è stata ampliata e rilanciata attraverso il protocollo promosso dalla Provincia assieme alle associazioni di categoria. È questo l’obiettivo del tavolo, composto dai rappresentanti delle associazioni e dei produttori che hanno sottoscritto l’intesa, che si sono ritrovati nella sede del Centro Europa in Provincia, alla presenza dell’assessore provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli, dei dirigenti provinciali competenti e di Trentino Marketing.

“Un incontro - così l’assessore Zanotelli, anche in rappresentanza del collega di Giunta Roberto Failoni (sport e turismo) - che è un primo passo per mettere a terra gli obiettivi condivisi, dando seguito alla firma dell’intesa.

Living ottobre

Vogliamo mettere a fattore comune una serie di idee e progetti, promossi dalle stesse categorie, per sviluppare ancora meglio il connubio agricoltura-turismo e promuovere quest’alleanza con il sostegno di Trentino Marketing e degli assessorati competenti. Da un lato abbiamo il contributo importante del mondo agricolo, che dà vita alle produzioni enogastronomiche con la loro unicità e valore aggiunto, e dall’altro lato abbiamo tutti i comparti che possono contribuire alla promozione delle eccellenze, nei confronti del turista che visita le nostre valli, così come del cittadino trentino”.

Al confronto hanno partecipato i rappresentanti delle diverse realtà coinvolte: Confcommercio, Confesercenti, Asat, Coldiretti, Cia, Confagricoltura, Federazione trentina della Cooperazione, Vignaioli del Trentino, associazioni degli Agriturismi e dei Gestori dei rifugi.
Assieme per un “brain storming”, portando ciascuno il proprio punto di vista e le proprie idee, su come attuare gli obiettivi del tavolo e stendere una progettualità trasversale a breve termine.

Il protocollo prevede che le parti si facciano carico di promuovere e sostenere i valori espressi dalla Carta, a partire dalla forte connessione tra il mondo dell’agricoltura e quello del turismo, con l’impegno a diffonderli nell’ambito dei propri canali e strumenti. Con l’obiettivo della valorizzazione economica e culturale delle imprese che, grazie alle loro attività, possono contribuire a sostenere e promuovere le economie e le diversità culturali del territorio trentino, attraverso, in particolare, la valorizzazione delle produzioni agroalimentari di qualità, espressione del territorio, delle comunità locali, della loro cultura e memoria.

I partecipanti al Tavolo si sono lasciati con l’impegno a partecipare ad un gruppo tecnico di lavoro che entro i primi mesi del 2023 dovrà definire azioni concrete per tradurre gli impegni assunti nel protocollo e condivisi nella riunione odierna.



Riproduzione riservata ©

indietro