Skin ADV

Il mondo del volontariato Pro Loco si rinnova

dom 20 nov 2022 14:11 • Dalla redazione

A Terlago l’assemblea straordinaria delle oltre 200 Pro Loco trentine ha approvato l’adeguamento dello Statuto della Federazione alle indicazioni della riforma del terzo settore

TERLAGO. Una sala gremita di Pro Loco (oltre 100) ha approvato questa mattina a Terlago le modifiche allo Statuto della Federazione trentina Pro Loco – UNPLI Trentino Alto Adige. Modifiche richieste dalla riforma del terzo settore, e che permetteranno entro la fine dell’anno alla Federazione di iscriversi al registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) e di ottenere la personalità giuridica. “Si tratta di un risultato molto significativo per la Federazione, che con queste modifiche si qualifica ancora di più a livello nazionale e ottiene l’importante traguardo della personalità giuridica. La presenza oggi di oltre 110 Pro Loco in un’assemblea tecnica è un segno estremamente positivo della vitalità del nostro mondo e del legame forte con gli associati” è il commento a caldo della presidente della Federazione Pro Loco Monica Viola.

Le modifiche introdotte non cambiano nella sostanza l’operato della Federazione: quella di maggior peso è relativa all’istituzione del limite di due mandati consecutivi per l’elezione del Presidente Regionale UNPLI, fino ad allora non previsto. Prevale quindi la volontà di assicurare il ricambio generazionale tra le figure apicali della Federazione, per far crescere sempre di più l’ente e dare le giuste risposte alle sfide che il mondo del volontariato si troverà a dover fronteggiare nel prossimo futuro.

Living ottobre

L’iscrizione al RUNTS permetterà alla Federazione di entrare a far parte a tutti gli effetti della rete delle Pro Loco d’Italia (UNPLI), una delle più grandi reti nazionali riconosciute dal Ministero del lavoro e delle Politiche sociali, e di conseguenza di poter usufruire di tutti i benefici e le opportunità previste dalla riforma.

La giornata di oggi ricorda anche alcuni importanti appuntamenti che vedono protagonista il mondo del volontariato Pro Loco trentino: l’udienza con Papa Francesco, il prossimo 30 novembre; i festeggiamenti per il 40° anniversario della Federazione Pro Loco (27 gennaio 2023) e infine la celebrazione delle Pro Loco centenarie a Roma, che vede il Trentino protagonista, con le sue 25 Pro Loco centenarie, 7 delle quali si recheranno a Roma per le celebrazioni.

L’assemblea è stata anche l’occasione per dare visibilità alla nuova sinergia tra la Federazione e il Centro Servizi Volontariato del Trentino – CSV Trentino, che, a seguito del protocollo d’intesa stipulato negli scorsi giorni a livello nazionali tra UNPLI nazionale e rete CSV, si propone di promuovere a livello locale la cultura del volontariato e sostenere lo sviluppo di esperienze di solidarietà e cittadinanza attiva attraverso la realizzazione di progetti comuni e attività di formazione e ricerca. “Siamo molto lieti di questo nuovo sodalizio, che siamo certi ci permetterà di impostare da subito azioni concrete per le nostre associate” commenta il presidente del CSV Trentino, Giorgio Casagranda, presente in assemblea, “Importante sarà declinare i principi sanciti a livello nazione alla nostra situazione locale. In Trentino, la realtà delle oltre 200 Pro Loco si inserisce all’interno di un panorama di associazioni di volontariato estremamente florido, fatto di oltre 3500 associazioni”.

Il CSV ha partecipato in assemblea anche con l’intervento di Daniele Erler, responsabile dell ‘Area Giuridica e Innovazione Tecnologica di CSV Trentino, che ha portato un approfondimento sulle modifiche introdotte dalla Riforma del Terzo settore.



Riproduzione riservata ©

indietro