Skin ADV

L'incrocio di Cassana resta com'è, mancano i quattrini

mar 22 nov 2022 14:11 • By: almo

In compenso sarà istituito il limite dei 70 kmh, sistemata la segnaletica e adottati maggiori controlli da parte delle forze dell'ordine

Il bivio di Cassana e il consigliere Paolo Zanella

CALDES. Era lo scorso 6 ottobre quando il consigliere provinciale di Futura, Paolo Zanella, interrogava la giunta provinciale sull’esigenza di rendere sicuro il tratto della statale 42 al bivio per l’abitato di Cassana, anche con lavori di sistemazione e allargamento. Un’interrogazione che nella giornata di oggi, 22 novembre, ha ottenuto risposta dal presidente Maurizio Fugatti

In sintesi, “la situazione attuale di bilancio – scrive Fugatti -  non permette l’inserimento in programmazione di tale opera, ma c’è la disponibilità a verificare la possibilità di riconsiderare questo intervento nell’ambito delle prossime revisioni del Documento di Programmazione Settoriale, compatibilmente con le altre priorità in materia di viabilità”.

Living ottobre

Un intervento che, precisa Fugatti, necessiterebbe di circa 800-900mila euri.

Tuttavia, per aumentare la sicurezza dell’incrocio considerato pericoloso, la giunta intende istituire un limite di 70 km/h, riposizionare la segnaletica in modo da renderla più visibile, chiedere un maggiore controllo da parte delle forze dell’ordine: una necessità fatta presente dall’amministrazione provinciale al comando della Polizia stradale di Malé e al comando stazione dei Carabinieri di Malé, “per una valutazione circa l’opportunità di intensificare l’attività di vigilanza e controllo”.  



Riproduzione riservata ©

indietro