Skin ADV

Un credito cooperativo e solidale

mer 16 set 2020 13:09 • Dalla redazione

Le Casse Rurali delle valli del Noce protagoniste di una donazione a favore degli ospedali trentini

Con lo spirito che contraddistingue la cooperazione, la Cassa Rurale Val di Non, la Cassa Rurale Val di Sole e la Cassa Rurale Novella e Alta Anaunia hanno inteso unire le forze per contribuire a sostenere l’Ospedale Valli del Noce di Cles.

La bella iniziativa di solidarietà verso chi opera nel settore che più ha dovuto confrontarsi con la pericolosa pandemia, assume maggiore valore proprio per il fatto che ha visto unirsi le tre importanti realtà di Credito Cooperativo delle Valli del Noce.

Un riconoscimento condiviso verso la realtà ospedaliera locale che garantisce l’attività sanitaria alla popolazione delle nostre Valli, ma anche nei confronti degli operatori sanitari che sono stati in prima linea durante l’emergenza Covid-19.

A questa iniziativa ha partecipato anche il Fondo Comune delle Casse Rurali Trentine, Ente del quale fanno parte anche le tre realtà territoriali sopra citate. Il Fondo Comune ha contribuito a sostenere, oltre all’Ospedale di Cles, anche le altre sei realtà ospedaliere trentine, in affiancamento ad iniziative promosse dalle Casse Rurali dei vari territori.

Living Immobiliare

Non va dimenticato, inoltre, che una parte dei fondi raccolti deriva da donazioni di privati cittadini e dalla “Fondazione Alessandro – Michele Bertagnolli il Sollievo”.

Attraverso la potenzialità operativa offerta dalla Fondazione Cassa Rurale Val di Non, a sua volta partecipe alla raccolta fondi, si sono potuti concretamente acquistare importanti attrezzature medicali per l’Ospedale Valli del Noce.

La donazione, che complessivamente ammonta a 147.000,00 €, si è così tramutata in attrezzature e dispositivi medici, che, in accordo con la direzione Sanitaria dell’ospedale, hanno potuto rispondere a precise esigenze dei diversi reparti, con puntualità e sollecitudine di acquisizione.

Il dottor Armando Borghesi, Direttore Sanitario dell’Ospedale Valli del Noce, ha provveduto ad analizzare accuratamente il fabbisogno di attrezzature sanitarie necessarie ad integrare e migliorare le dotazioni esistenti. Le indicazioni fornite hanno permesso, quindi, l’acquisizione di presidi medicali innovativi volti ad affinare e potenziare le capacità diagnostiche e terapeutiche della struttura ospedaliera.

Sono stati acquistati apparecchi di ultima generazione per ecografia, una sonda intraoperatoria laparoscopica per la chirurgia addominale, ventilatori polmonari per anestesia e per terapia subintensiva, dispositivi per la chirurgia ortopedica.

Nell’ambito della rete ospedaliera provinciale, l’Ospedale di Cles rappresenta il punto di riferimento per i bisogni sanitari prevalenti delle Valli di Non e di Sole, con un bacino d’utenza che si è progressivamente ampliato anche alla zona Rotaliana–Paganella.

La struttura deve, inoltre, rispondere in maniera adeguata alla maggior domanda di prestazioni sanitarie nei periodi invernale ed estivo a causa dell’importante afflusso turistico.

Tutto il personale sanitario dell’Ospedale e la Direzione aziendale hanno sinceramente apprezzato la donazione che ha permesso l’acquisizione di tale nuova strumentazione la quale consente di svolgere un eccellente servizio per tutta la collettività.



Riproduzione riservata ©

indietro