Skin ADV

Covid, 104 nuovi positivi e un deceduto

dom 25 ott 2020 18:10 • Dalla redazione

Fugatti: «Lavoreremo nelle pieghe del Dpcm per mantenere aperte alcune attività»

Sono 104 i casi positivi registrati oggi dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari. Si registrano inoltre 12 nuovi casi di positività in bambini e ragazzi di età scolare: si sta ricostruendo per capire se si dovranno mettere in quarantana altre classi: ad oggi, le classi in quarantena sono 122, delle quali i 2/3 sono rappresentate da classi di scuola superiore. 

I casi di positività attuale passano da 1.292 a 1.336, crescono anche le persone contagiate in Rsa che dalle 49 di ieri passano oggi a 55 (+6). Sensibile l’incremento dei ricoveri che sono 76: i pazienti ricoverati nel reparto di malattie infettive passano da 51 a 64 con un +13 unità.

Living Immobiliare

Stabili invece i dati relativi ai ricoveri in alta intensità e in terapia intensiva. Salgono a 490 (+1) invece i decessi. In totale, dall’inizio della pandemia i contagi sono 8.414, mentre i guaiti sono 6.558 (+29 rispetto a ieri). 

Per quanto riguarda i dati delle Valli del Noce, si contano nuovi positivi a Ville d’Anaunia (+7), Malé (+2), Cles (+1), Livo (+1), Contà (+1), Prediaia (+1), Sporminore (+1). A Terzolas invece si conta un guarito. I tamponi molecolari analizzati sono stati 1.820. 

Per quanto riguarda il nuovo Dpcm firmato dal premier Conte, il presidente della Provincia Maurizio Fugatti ha dichiarato che la Provincia è al lavoro con l'Azienda sanitaria per stilare un documento che possa mantenere aperte alcune attività, come i bar e ristoranti (che da decreto dovranno chiudere da domani alle 18). «Non si vede il motivo di far chiudere alle 18 anziché alle 22 sempre in presenza di protocolli sanitari precisi - ha commentato il governato durante l'odierna conferenza stampa -. Così come in Trentino non prevediamo di introdurre la didattica a distanza per le scuole ed è prematuro prevedere adesso la chiusura degli impianti da sci, che ci auguriamo di poter aprire».



Riproduzione riservata ©

indietro