Skin ADV

Al Monte Nock un centro di allenamento

ven 08 dic 2023 14:12 • Contenuto a Pagamento  

Le tre stazioni di JOY Altipiani Val di Non sono pronte ad accogliere sciatori grandi e piccoli, agonisti o meno con le loro famiglie

Altipiani Val di Non, la società partecipata dai comuni di Cavareno, Ruffrè Mendola, Borgo d’Anaunia, Romeno, Ronzone, Sarnonico, Predaia e Sfruz e che ha in gestione i tre impianti della skiarea JOY Val di Non Alps, sta ultimando i lavori di preparazione della nuova stagione invernale 2023/ 2024. Su tutte e tre le stazioni al Passo Mendola, al Monte Nock e in Predaia si stanno finendo gli ultimi preparativi per poter procedere con l’innevamento delle piste appena le temperature lo consentiranno.

Si preannuncia una stagione invernale davvero interessante per le tre stazioni che riescono a soddisfare utenze diverse a prezzi competitivi. La pista del Passo Mendola e le piste dell’altopiano della Predaia sono adatte per famiglie, bambini e per i corsi di avviamento e perfezionamento. Entrambe le località sono dotate di campo scuola con tappeto per il divertimento dei più piccoli. Il Monte Nock, nel comune di Ruffrè Mendola, è invece un punto di riferimento per la preparazione tecnica degli sciatori agonisti.

L’intento del consiglio di amministrazione della società di gestione degli impianti è quello di lavorare su un piano di investimenti mirato e finalizzato a sfruttare le peculiarità che piccole stazioni come queste possono offrire a un’utenza eterogenea.

Con questa logica la stazione del Monte Nock è stata oggetto, durante l’estate, di un importante intervento di riqualificazione e ammodernamento che ha visto l’allargamento delle due piste, una pista “rossa” e una “nera”, l’installazione di un innovativo sistema di rilevamento video dinamico ad alta definizione in qualità 4K con contestuale rilevamento cronometrico dell’atleta, e il rifacimento completo del sistema di innevamento e dell’impianto di illuminazione a luci led di nuova generazione.

Autoroen Aprile

 

I lavori sono stati promossi da Altipiani Val di Non s.p.a., e dalla ASD Unione Sportiva Ruffrè Mendola, uno dei più “vecchi” sci club iscritti alla Fisi che svolge gran parte delle attività proprio al Monte Nock.

“Tre anni fa abbiamo iniziato a ragionare sulla creazione di un Centro di allenamento per agonisti al Monte Nock, sfruttandone la vocazione naturale per il tipo di piste e di utenza. Tutti gli interventi sono stati studiati assieme all’Unione Sportiva Ruffrè Mendola per garantire una migliore fruizione delle piste in allenamento e gara e garantire un’elevata qualità dell’allenamento in pista” commenta l’amministratore delegato di Altipiani Val di Non Marcello Grossi.

Undici telecamere, suddivise tra pista rossa e pista nera e un sistema di cronometraggio fisso su entrambe le piste consentono di riprendere e rilevare le prestazioni degli atleti nelle fasi di discesa. Un software appositamente creato genera un filmato completo della discesa con la sovraimpressione dei tempi; il video è visibile in tempo reale sul maxischermo posizionato a fondo pista e tutti i video registrati in giornata rimangono disponibili in cloud per i 10 giorni successivi, a disposizione di atleti e staff tecnico che possono così analizzarli comodamente a casa o al termine delle sessioni di allenamento.

La stazione del Monte Nock, con diversi tracciati di slalom sulla pista nera e di slalom gigante sulla pista rossa, diventa così il luogo ideale per gli atleti e per l’organizzazione di eventi sportivi ricreativi o agonistici con un punto di forza: la possibilità di allenarsi in notturna e senza code agli impianti, sfruttando al massimo le sessioni allenamento. “Le nuove norme sugli allenamenti in pista aumentano la responsabilità in capo agli sci club e agli allenatori e complicano ulteriormente il già difficile compito di reperire piste dedicate agli allenamenti e gestire il calendario scolastico dei giovani atleti – conclude Grossi -. Per questo motivo abbiamo elaborato un calendario che separa in modo netto le attività agonistiche da quelle di apertura al pubblico garantendo la massima sicurezza in pista”.

Il nuovo Centro di allenamento avrà una propria identità, un proprio sito internet dedicato e riferimenti specifici per le prenotazioni e per la gestione dell’attività in pista.



Riproduzione riservata ©

indietro