Skin ADV

Ville d’Anaunia ricorda Lidia Menapace

lun 07 dic 2020 19:12 • Dalla redazione

La ex partigiana è scomparsa a 96 anni a causa del Covid

Anche il Comune di Ville d’Anaunia ricorda Lidia Menapace, scomparsa la scorsa notte all’età di 96 anni. Da alcuni giorni era ricoverata per Covid nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Bolzano. Ex partigiana combattente, Menapace è stata nel 1964 la prima donna eletta in consiglio provinciale a Bolzano (assieme Waltraud Deeg) e la prima donna in giunta provinciale. L'attivista del movimento pacifista e femminista dal 2006 al 2008 è stata senatrice di Rifondazione comunista.

Living Immobiliare

Nata a Novara, Lidia Menapace aveva un legame profondo con la Val di Non e il Comune di Ville d’Anaunia.

«Il legame di Lidia con il nostro comune è un legame solido, di affetto nato dal suo matrimonio con Eugenio (Nene) Menapace, medico originario della frazione di Rallo – si legge sulla pagina Facebook dell’amministrazione comunale -. Lidia Menapace è stata una figura di spicco del Novecento italiano. Fervente partigiana, ricoprì vari ruoli nella politica locale e nazionale e fu voce storica della lotta per la pace e l'uguaglianza di genere. Attiva anche nell’ambito letterario fu autrice di diversi libri di saggistica. Lidia Brisca di origine piemontese sposó Eugenio Menapace, fratello di Luigi Menapace primo presidente del consiglio regionale del Trentino Alto Adige. Con la sua morte si chiude un capitolo italiano della storia italiana e regionale».



Riproduzione riservata ©

indietro