Skin ADV

Una passeggiata nel cielo sopra la diga di Santa Giustina

mar 15 dic 2020 11:12 • Dalla redazione

Approvato lo schema di accordo per la valorizzazione della zona

Il commissario straordinario della Comunità della valle di Non Silvano Dominici ha approvato lo schema di accordo relativo all’intervento di valorizzazione del lago e della diga di Santa Giustina che va a disciplinare i rapporti tra i vari promotori del progetto: oltre alla Comunità della valle di Non, anche il Comune di Ville d’Anaunia, la società Dolomiti Edison Energy srl, il Consorzio BIM dell’Adige e l’Azienda per il turismo della Val di Non.

Il progetto è finanziato nell’ambito dell’Accordo di programma sul Fondo strategico territoriale della Val di Non (nel complesso, si parla di 2.690.522,52 euro) e prevede la realizzazione di una serie di interventi mirati alla riqualificazione di natura ambientale dell’area situata vicino alla diga di Santa Giustina e interessata dall’attività di derivazione idroelettrica.

Living Immobiliare

 

L'intervento, suddiviso in due lotti distinti, consiste, nella zona a sud della strada provinciale SS43, nella demolizione degli edifici esistenti di proprietà della Comunità e nella sistemazione della relativa area attraverso la realizzazione di un parcheggio, dei servizi igienici, di un collegamento ciclopedonale e della rete fognaria a servizio delle strutture pubbliche e private presenti nell’area stessa, nella creazione di un sottopasso o di un sovrappasso di collegamento con la zona a nord della strada provinciale dove si provvederà alla ristrutturazione dell’immobile di proprietà di Dolomiti Edison Energy e alla realizzazione di uno skywalk, una passerella girevole sul coronamento della diga (primo lotto). Sempre in questa area, si provvederà, poi alla costruzione di un edificio polifunzionale a fini turistici e alla realizzazione di un parcheggio e del tratto ciclabile che porta al collegamento ciclabile tra le sponde est ed ovest del torrente Noce (secondo lotto).

Alla Comunità di valle, in quanto ente capofila, spetterà il compito di realizzare il lotto 1 a eccezione della passerella che invece sarà a carico di Dolomiti Edison Energy.



Riproduzione riservata ©

indietro