Skin ADV

Intelligenza artificiale e turismo

lun 27 mag 2024 16:05 • Dalla redazione

Non una minaccia ma un’opportunità

TRENTO. Turismo, innovazione e intelligenza artificiale al centro dell’incontro dedicato a questo tema chiave nella seconda giornata del Festival dell’economia di Trento. Ospite nella Sala di rappresentanza della Regione, in un appuntamento che ha visto la presenza in platea anche del presidente e della vicepresidente della Provincia autonoma di Trento, il ministro del Turismo che con Agnese Pini, direttrice responsabile di QN Quotidiano Nazionale, ha dialogato sulle priorità per lo sviluppo di un settore fondamentale per il Belpaese. Un comparto che si misura con i cambiamenti dettati dalle tecnologie e con le sfide della qualità e della competitività, per valorizzare l’unicità e le aspettative collegate al “prodotto Italia” nel mondo.

In apertura il ministro ha sottolineato il valore del Festival dell’economia di Trento. Un appuntamento importante ha precisato, che è punto di incontro e confronto sugli argomenti attuali del nostro tempo. La titolare del dicastero ha quindi evidenziato la visione globale impressa dal Ministero per lo sviluppo e rilancio del settore, partendo dallo sviluppo del portale ufficiale Italia.

Elektrodemo

it, hub digitale del turismo nazionale. Nel ricordare che già oltre 28 mila imprese sono salite a bordo del TDH (superando il target delle 20 mila previste entro il 30 giugno), ha sottolineato che l’obiettivo è farne non solo una vetrina ma un hub vero e proprio di servizi di qualità.

Il sito quindi come una startup in via di costruzione e consolidamento, per un comparto che è entrato nell’agenda politica della nazione, come ha evidenziato il ministro, che ha poi messo in risalto l’importanza di mettere a reddito il nostro patrimonio, al contempo sottolineando che il governo ha già cominciato a farlo.

Si passa poi al tema dell’intelligenza artificiale (una delle priorità nell’agenda del G7 di giugno presieduto dall’Italia e che sarà anche uno dei temi del primo G7 Turismo di novembre), che deve essere al servizio e non a sostituzione dell’uomo. Se è impossibile fermare l’innovazione e lo sviluppo tecnologico, riflette l’esponente del governo, è invece opportuno puntare sulle regole. L’automazione digitale non deve quindi essere vista come una minaccia, ma come un’opportunità. Va dunque regolamentata per renderla davvero a vantaggio delle persone.

L’aspetto delle regole si estende a un altro tema “caldo” che riguarda il rapporto tra digitale e turismo, quello delle recensioni. Le “cattive” recensioni o le critiche in malafede sono un problema enorme, come ragiona il ministro, e possono decretare vita e morte di un’azienda turistica fino a casi estremi che sono accaduti e tutti si augurano non si ripetano. Per questo il Ministero ha avviato un tavolo di lavoro su questo tema. Il ministro ha inoltre ricordato che questo è il primo governo a essere intervenuto sul tema degli affitti brevi.

C’è poi una previsione sulla stagione estiva, sempre dal punto di vista del settore dell’ospitalità: “Sarà un’estate ottima, perché c’è tantissima voglia di Italia nel mondo”, commenta il ministro. “L’obiettivo generale è portare la Nazione sul gradino più alto del podio, mantenendo alta l’attenzione delle istituzioni alla crescita del settore”.

 



Riproduzione riservata ©

indietro