Skin ADV

In Trentino 5 deceduti, 86 casi da tampone molecolare e 112 all'antigenico

dom 27 dic 2020 17:12 • Dalla redazione

Calano le persone in terapia intensiva, ma non gli attualmente positivi e i ricoveri in ospedale

Nel giorno delle prime vaccinazioni somministrate anche in Trentino ad un campione rappresentativo delle professioni sanitarie ed assistenziali, il coronavirus continua a rendere palese la sua pericolosità. I dati del bollettino odierno dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari parlano purtroppo di altri 5 decessi (tra i 69 e gli 89 anni) e di nuovi contagi, con una percentuale sempre alta e preoccupante fra gli ultra settantenni. I tamponi molecolari analizzati ieri sono stati 586, tutti nel Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara di Trento, mentre quelli rapidi notificati all’Azienda sono stati 487. Ne sono risultati 60 nuovi casi (per il molecolare) più altri 112 all’antigenico.

Living Immobiliare

I test di conferma tramite molecolare oggi riguardano 26 casi fra quelli individuati nei giorni scorsi dai test rapidi).

Dei nuovi casi positivi, 4 sono bambini in tenera età (tra 0 e 2 anni) mentre gli over 70 sono 61; gli asintomatici sono 48 mentre i pauci sintomatici sono 83: come noto questi casi vengono seguiti a domicilio.

In ospedale invece si trovano ricoverate 401 persone, di cui 45 in rianimazione, in leggero calo rispetto a ieri. In sintesi, abbiamo ad oggi 1860 positivi (+48), 18.844 guariti (+33), 45 persone in terapia intensiva (-3), 58 in alta intensità (=), 298 in reparto (+25) per un totale di 401 (+22).

In Rsa abbiamo 200 casi (+12) e curati a domicilio 1157 (+14)

Nelle valli di Non e Sole abbiamo nuovi casi a Campodenno (+3), Cles (+2).


Riproduzione riservata ©

indietro