Skin ADV

2021, anno della ripartenza

mer 30 dic 2020 15:12 • Dalla redazione

Il messaggio di fine anno del presidente dell'ApT Val di Non Lorenzo Paoli richiama all'unità degli attori del territorio

"Vogliamo augurarvi e augurarci che questo 2021 sia l'anno della ripartenza. È necessario alzare la testa e riprendere il cammino, aiutarci e sostenerci, crescere ed affrontare le sfide che ci riserva il futuro. Per fare questo sarà necessario essere uniti, per essere più forti e per non lasciare indietro nessuno. Lavorare tutti insieme per portare benefici a tutti, come abbiamo già dimostrato di saper fare".

Questo il messaggio del presidente dell'ApT Val di Non Lorenzo Paoli contenuto in una speciale newsletter di fine anno inviata a tutti i soci dell'Azienda. Un messaggio che richiama a quell'unità tra i vari attori del territorio che in questi mesi hanno trovato una sinergia fondamentale per raggiungere grandi risultati e puntare a nuovi obiettivi. Le nuove risorse di natura privata e il coinvolgimento della cooperazione locale, il sostegno dei sindaci nonesi nel chiedere autonomia a salvaguardia nell'ambito della "Riforma del turismo trentino", i nuovi partner con i quali pianificare progetti futuri.

Funivie Madonna di Campiglio

Sono solo alcuni degli esempi positivi di quanto accaduto in questo altrimenti drammatico 2020. "È stato un 2020 terribile –continua Paoli- un anno che verrà ricordato nei libri di storia come uno dei momenti più drammatici del ventunesimo secolo, e non solo. La pandemia ha colpito tutto il mondo e all'emergenza sanitaria si è aggiunta ben presto quella economica. Il nostro settore è stato tra quelli che hanno pagato a caro prezzo restrizioni e vincoli che, ricordiamolo, erano comunque necessari per salvaguardare la salute pubblica, ovviamente una priorità su tutto il resto". La direttrice Giulia Dalla Palma ricorda che "come ApT Val di Non abbiamo sempre cercato di essere al fianco dei nostri operatori attraverso una comunicazione puntuale, nuove campagne informative, numerosi incontri, ed erogazione di servizi a sostegno delle aziende. Il nostro staff ha dovuto affrontare nuove sfide perchè intorno a noi tutto sta cambiando, anche il mondo del turismo, e allora diventa necessario essere versatili e resilienti".

"Siamo consapevoli –conclude Paoli- che l'emergenza sanitaria non è finita, ma lasciarci alle spalle il 2020, almeno da un punto di vista psicologico, significa guardare al nuovo anno con fiducia e speranza. I nostri soci ci hanno dato fiducia approvando all'unanimità il bilancio di previsione dell'assemblea di dicembre. Si tratta, lo abbiamo detto a più riprese, del bilancio più importante della nostra storia. Siamo pronti a partire con nuovi progetti allargando il nostro campo d'azione alla gestione di servizi. Abbiamo obiettivi ambiziosi che siamo sicuri di poter raggiungere con il contributo di tutti".

 



Riproduzione riservata ©

indietro