Skin ADV

In Trentino confermato al 7 gennaio il ritorno in classe per le superiori

mar 05 gen 2021 18:01 • Dalla redazione

Sale a 1.049 il numero delle vittime: oggi si contano altri 8 decessi

Lo hanno ribadito sia il presidente della Provincia Maurizio Fugatti che l’assessore all’istruzione Mirko Bisesti in conferenza stampa: in Trentino gli studenti della scuola secondaria di secondo grado rientreranno in classe, con una presenza del 50%, il 7 gennaio così come annunciato. Questo nonostante il Governo, a livello centrale, abbia deciso ieri sera di posticiparne il rientro all’11 gennaio. “La scuola Trentina si farà trovare pronta - ha affermato infatti l’assessore Bisesti -. Con l’ordinanza abbiamo voluto mantenere fede agli accordi presi, nel rispetto della pianificazione condivisa con il mondo della scuola e con le famiglie”.

Fugatti ha quindi annunciato la firma dell’ordinanza di deroga.

Living Immobiliare

“È una questione di rispetto istituzionale. Non si annuncia due giorni prima una misura che cambia le cose a migliaia di famiglie. La scuola e le famiglie ormai si sono organizzate" ha concluso il presidente, che però ha precisato che l’intenzione non è quella di scontrarsi con il Governo.

Sul fronte del contagio, i dati di oggi presentano ancora una situazione severa. Anche oggi infatti sono 8 i decessi, 5 dei quali avvenuti in ospedale e riferiti a persone (6 uomini e 2 donne) che avevano un’età compresa fra gli 84 ed i 93 anni. Il numero dei decessi sale così a 1.049 da inizio pandemia. I 3.800 tamponi analizzati hanno inoltre permesso di individuare 95 nuovi contagi tramite il test molecolare e 292 risultati positivi all’antigenico. I tamponi molecolari hanno inoltre confermato 133 positività che erano state intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.

La situazione negli ospedali vede oggi un numero di dimissioni leggermente superiore ai nuovi ingressi (29 le prime contro i 28 nuovi ricoveri di ieri): nei vari reparti i pazienti covid sono 416, di cui 45 in rianimazione. Ci sono anche 191 nuovi guariti, cifra che porta il totale a 19.557.

Per quanto riguarda le Valli del Noce, nuovi casi si registrano solo in Val di Non: nelle ultime 24 ore si contano 3 positivi a Cles, 1 a Novella, 1 a Predaia, e 1 a Ville d’Anaunia. 



Riproduzione riservata ©

indietro