Skin ADV

Il Cross Country in Val di Sole cambia volto

dom 12 mag 2024 15:05 • Dalla redazione

Battistini: ‘Ne guadagnerà lo spettacolo in TV e a bordopista’

Modificato il percorso del Cross Country (Credits: Daniele Molineris)

VAL DI SOLE. In vista delle UCI Mountain Bike World Series 2024 e di un triennio che catapulterà la Val di Sole verso l'organizzazione, nel 2026, del quarto Campionato del Mondo di Mountain Bike della sua storia, gli organizzatori di Grandi Eventi Val di Sole hanno studiato delle modifiche al tracciato di gara del Cross Country, la disciplina Olimpica delle ruote grasse.

Nella giornata conclusiva delle UCI Mountain Bike World Series, domenica 16 giugno, gli atleti del Cross Country si troveranno di fronte un tracciato che ha subito numerose variazioni, volte a migliorare l'esperienza sia degli spettatori a bordopista che davanti ai teleschermi, con l'implementazione di nuove sezioni capaci di esaltare il prodotto televisivo di Warner Bros-Discovery.

Il nuovo tracciato misura 3500 metri e non 4000, mentre il dislivello resta invariato, 160 metri per ciascun giro. Le modifiche iniziano con lo "starting loop", che si snoda nella parte bassa dell'area, dove è stato ricavato un piccolo anello. A quel punto, gli atleti percorreranno la zona naturale e tecnica del bosco, dove non sono previsti cambiamenti ma soltanto lavori di consolidamento e sistemazione volti a migliorare la scorrevolezza del terreno in una delle fasi più iconiche e impegnative del tracciato di Daolasa.

Le modifiche più importanti iniziano con la salita principale, accorciata di qualche metro, e il "drop" in cima spostato più in basso. A quel punto, i rider entreranno nel percorso del Four-cross, che subirà alcuni adattamenti per offrire un nuovo passaggio ad altissima intensità anche ai protagonisti del Cross Country.

Il tracciato si ricongiunge poi con la zona degli arrivi per approcciare una salita inedita, che sostituisce la vecchia sezione in falsopiano e precede il trail in discesa, che verrà completamente rivisto sotto il profilo tecnico. Il finale, tanto caro a Nino Schurter, che proprio su questo tratto ha costruito molti dei suoi successi in Val di Sole, sarà reso più spettacolare e televisivo, con la possibilità di assistere a uno sprint finale più lungo e di difficile interpretazione rispetto al passato.

"Le nuove modifiche non snaturano il tracciato, ma lo migliorano dal punto di vista dello spettacolo. Con Warner Bros-Discovery abbiamo condiviso un programma di interventi che faranno fare un ulteriore salto di qualità al nostro percorso, già tra i più apprezzati al mondo. Ne guadagnerà l'esperienza TV ma anche a bordopista, in quanto lo spettatore potrà seguire a vista tratti di percorso molto lunghi, specialmente nella parte conclusiva del circuito", ha dichiarato il Direttore Tecnico Sergio Battistini. 




Riproduzione riservata ©

indietro