Skin ADV

Lo show è Mondiale

lun 30 ago 2021 10:08 • By: Lorena Stablum

Due trentini a guidare la produzione televisiva internazionale

I campi di gara di Daolasa visti dal drone (Credits: Daniel Pezzani)

DAOLASA. La Val di Sole si riconferma patria indiscussa della mountain bike grazie all’organizzazione di un Mondiale che ha saputo dare una sferzata di entusiasmo e ottimismo (Qui l'articolo).

Un successo quello della rassegna iridata, che si è chiusa ieri a Daolasa, decretato anche dalle immagini che sono andate in onda sulle televisioni di tutto il mondo e a un racconto televisivo che ha consentito di vivere in diretta e da vicino la fatica e le emozioni dei grandi campioni della bike impegnati sui campi gara solandri.  Nei cinque giorni di competizione, a guidare la produzione televisiva, che era in campo al Comitato organizzatore Grandi eventi, c’erano due professionisti di comprovata esperienza e per di più trentini: il regista internazionale della Coppa del Mondo di Sci – e direttore di NOS Magazine – Sandro de Manincor ritornato per la seconda volta, dopo i Mondiali del 2008, sul camion regia dell’evento, e il producer Lorenzo Girardi, che ha coordinato il team formato da una sessantina di persone tra operatori, cameramen e professionisti, che hanno steso chilometri e chilometri di chilometri di cavi e fibre ottiche per cablare le piste di dowhill, cross-country e short track, che qui ha avuto il suo esordio.

Living Immobiliare

Cosa che ha richiesto un impegno notevole visti i tempi ristretti - con tecnici che correvano da ogni parte spostandosi spesso a piedi - e una precisa organizzazione nella stesura dei progetti nati da una consolidata esperienza su eventi internazionali.

“È stata un’impresa particolarmente difficile – commenta il regista de Manincor -. Forse una delle più complesse e faticose della mia carriera. Abbiamo trasmesso in diretta moltissime immagini delle gare principali di dowhill, cross-country e short track e prodotto immagini di tutte le altre competizioni”.

Le immagini dei Mondiali di Val di Sole, raccontate da 22 telecamere, sono arrivate in tutti i cinque continenti, grazie all’importante copertura televisiva garantita dalla produzione curata da EMG Global Production e alla distribuzione coordinata da EBU e IMG e sono state messe in onda da RAI, Eurosport, Red Bull TV, ZDF, e BBC, solo per citare le emittenti più note.



Riproduzione riservata ©

indietro