Skin ADV

L'EuregioFamilyPass al Festival della Famiglia

sab 09 dic 2023 14:12 • Dalla redazione

A Casa Moggioli il consueto appuntamento dedicato all’EuregioFamilyPass

TRENTO. A Casa Moggioli il consueto appuntamento dedicato all’EuregioFamilyPass nell’ambito del Festival della famiglia dal titolo: ‘l'EuregioFamilyPass che verrà: quale futuro per la carta famiglia’.

All'evento, moderato dalla referente per il Trentino della card Giuditta Aliperta, era presente il nuovo segretario generale del GECT Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino, Christoph von Ach, che in apertura ha ricordato il prestigioso premio della Commissione Europea vinto di recente, il Regiostars award 2023 presentato a Bruxelles dalla stessa Giuditta Aliperta e da Silvia Ramoser di Euregio.
"L’Euregio Familiy Pass è un faro per la collaborazione transfrontaliera nell’ambito delle politiche per la famiglia, che si rivolge direttamente a cittadine e cittadini, proponendo a loro un vantaggio aggiunto individuale in tutti e tre i territori membro della nostra Euregio. Questo ha indotto la Commissione europea a conferire la premiazione “Regio-Stars-Award 2023” lo scorso 16 novembre a questo progetto, proprio con la motivazione che è finalizzato alla costruzione di un’Europa sempre più vicina alla cittadinanza", ha sottolineato von Ach.

"L'EuregioFamilyPass è uno strumento che consente di attivare una strategia volta allo sviluppo del welfare territoriale: consente di creare valore al territorio, alle famiglie e alle aziende.

Mobili Graziadei febbraio

Possiamo considerarlo - ha commentato il dirigente generale di Agenzia per la coesione sociale Luciano Malfer - un triplice modello di vittoria dove tutti gli attori possono creare vantaggi e utilità, anche con ridotte risorse pubbliche. È un modello di governance di rilievo con al centro la scontistica, ma non si esaurisce solo in questo perché consente di ri-orientare l'azione delle organizzazioni accreditate verso il target del benessere familiare, creando valore per la famiglia e attrattività per il territorio con diverse azioni. In primis le tariffe agevolate, a cui si possono anche aggiungere col tempo altri ri-orientamenti su questo servizio: pensiamo ad esempio alla presenza di spazi giochi all'interno di strutture che aderiscono all'EuregioFamilyPass. Quindi è un percorso che consente di attirare e sviluppare la cultura del benessere familiare che è importante perché si rimette al centro l'importanza della famiglia con figli nell'ambito delle politiche territoriali."
Quest’anno la conferenza a Casa Moggioli ha avuto inizio con una retrospettiva in pillole video della variegata e fitta attività svolta nel 2023 dai tre territori per lo sviluppo del pass ed è continuata con l’intervento di Luca Capra, vicedirettore dell'Area Innovazione e Nuove Imprese di TrentinoSviluppo, che ha illustrato il progetto “Sviluppo territoriale dimensione donna”, dedicato a progetti innovativi di donne neo imprenditrici nel territorio Euregio ed ha portato i primi risultati di questa importante iniziativa, che prevede il coinvolgimento di una risorsa imprescindibile per la crescita economica e sociale della società, le donne, la cui partecipazione al mercato del lavoro è spesso inferiore al loro potenziale.
Si sono poi susseguiti interventi di ciascun territorio: Ferruccio Veneri del Coordinamento degli imprenditori trentini, che ha illustrato le finalità dell’accordo siglato la scorsa estate con la Provincia autonoma di Trento, teso a sviluppare nuovi accordi e opportunità per l’EuregioFamilyPass e le famiglie del territorio. Christian Zelger, responsabile di progetto del processo di certificazione per comuni “FamilyPlus” di Agenzia per la Famiglia della Provincia autonoma di Bolzano ha illustrato il virtuoso progetto audit per i comuni dell’Alto Adige, che mira a rafforzare l’accoglienza familiare e la qualità della vita di famiglie, bambini, giovani e anziani, attraverso una politica familiare sostenibile. Parampreet Christopher Bindra direttore dell’InfoEck der Generationen, con il rapporto sul progetto "1 Tag, 1 Tal” e sul InfoEck Mobil, ha mostrato come la pubblica amministrazione riesce ad essere vicina ai cittadini attraverso progetti mirati e organizzazioni specializzate.



Riproduzione riservata ©

indietro