Skin ADV

Campiglio sempre più wellness

sab 06 lug 2024 14:07 • Dalla redazione

Inaugurato il nuovo Parco calistenico con aree dedicate all'outdoor e al benessere olistico

CAMPIGLIO. In viale Dolomiti di Brenta è stato inaugurato oggi, 6 luglio 2024, il nuovo Parco calistenico, uno spazio moderno che propone i migliori attrezzi per la ginnastica a corpo libero e l’allenamento all’aperto. L’iniziativa, primo passo di un più ampio progetto messo a punto dal Comune di Pinzolo, prefigura una Madonna di Campiglio rinnovata negli spazi urbani del paese, dal centro alla periferia, nel segno dell’outdoor e di una dimensione olistica del benessere. Il progetto, innovativo, prevede che la tecnologia “parli” continuamente alle persone invitandole a prendersi cura di sé attraverso aree relax dal design contemporaneo, isole attrezzate per la ginnastica, confortevoli postazioni per lo smart working e molto altro. Il pensiero sul quale poggia il percorso progettuale è quello di una “Madonna di Campiglio - La start up del benessere fisico e mentale”. In previsione ci sono anche la rivisitazione della Conca verde e il rinnovo dello Chalet laghetto.

Il Parco, che riqualifica un’area fino a poco tempo fa quasi abbandonata, è stato studiato sulle attività sportive del vivere in montagna (sci, arrampicata e trekking) e ha uno spazio dedicato alle persone con disabilità. Gli scopi sono di allenamento personale e ludico, ma anche agonistico in quanto parchi di questo tipo sono spesso utilizzati dagli atleti professionisti per allenarsi. Aspetti funzionali e scientifici si abbinano ad un’architettura che valorizza lo stile e il design italiani attribuendo all’area attrezzata un’immagine iconica che attira l’attenzione.

Seguirà, a breve, la presentazione del nuovo “salotto” all’aperto (area lounge) in piazza Brenta Alta, con pietre riscaldate e quindi fruibile anche nei mesi invernali. Progressivamente altri interventi si diffonderanno in tutta la località, fino a Campo Carlo Magno.

La riqualificazione, sempre in un’ottica outdoor e di benessere per il fisico e la mente, della Conca verde (saranno, tra gli altri interventi, create isole di allenamento dedicate a specifici target come le persone anziane o le donne in attesa di un figlio) e dello Chalet laghetto (all’interno saranno realizzate una palestra e postazioni per lo smart working) con un’attenzione spiccata per l’interconnessione tra gli spazi. Il nuovo Parco calistenico, ad esempio, è collegato, attraverso il ponticello che connette viale Dolomiti di Brenta alla Conca verde, alla parte sud del laghetto di Campiglio dove c’è lo Smart Hub, luogo di raccolta e restituzione dei dati raccolti dal progetto di ricerca sulla mobilità Mountain Progress Lab (Mpl), ma anche elegante area con postazioni per il lavoro a distanza.

La progettazione preliminare per la rivisitazione della Conca verde e dello Chalet laghetto, il cuore di Madonna di Campiglio insieme al centro del paese, seguendo l’idea del benessere, è stata affidata all'architetto Marco Casagrande, già autore del progetto di riqualificazione del Doss del Sabion.

“Le parole d’ordine di quanto abbiamo pensato - precisa Giuseppe Corradini, l’assessore del Comune di Pinzolo ai grandi eventi e alla qualità urbana che segue direttamente l’iniziativa e ne è l’ispiratore - sono il benessere olistico, che riguarda sia il fisico che la mente, e l’outdoor, declinati in varie forme e sfumature che andranno inserite in caselle diverse. Dalle royalties provenienti dall’outdoor pubblicitario (schermi led informativi e commerciali contestualizzati in un nuovo arredo urbano) sono reperite risorse che supporteranno l’aggiunta di nuovi tasselli. Il progetto complessivo - aggiunge l’assessore - si propone di riportare le persone a stare di più all’aria aperta, fruendone in modo positivo. In ogni angolo di Madonna di Campiglio ci sarà un’occasione per riflettere sulla cura e il benessere di sé e fare qualcosa, ad esempio workout outdoor, per vivere meglio. Il progetto “Madonna di Campiglio - La start up del benessere” si propone anche di rinvigorire l’anima della località”.

Il programma di novità in corso di attuazione guarda al paese di Madonna di Campiglio nella sua totalità e si integra con un’altra importante iniziativa sperimentale che ha preso il via all’inizio del 2024: Mountain Progress Lab, progetto sperimentale sviluppato da Audi insieme all’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, agli altri Enti territoriali e con il contributo scientifico di H-FARM e dell’Università degli Studi di Trento. L’obiettivo è quello di creare, ai piedi delle Dolomiti di Brenta, un ecosistema di mobilità sostenibile a partire da una vasta operazione di raccolta dati che vede una flotta BEV (vetture con tecnologia Battery Electric Vehicle) di Audi Q4 e-tron appositamente equipaggiate con rilevatori mobili muoversi lungo 4 Eco-routes (strade individuate all’interno e nei dintorni di Campiglio) per registrare informazioni sulla qualità dell’aria, sui flussi di traffico, sulle aree più o meno frequentate. Un ulteriore tassello di Mpl è stata l’installazione di un Audi Smart Hub al laghetto che, oltre a rappresentare il quartier generale dell’iniziativa, propone postazioni per il lavoro a distanza liberamente fruibili a ospiti e residenti.




Riproduzione riservata ©

indietro