Skin ADV

La giornata nazionale dei dialetti

dom 17 gen 2021 16:01 • By: Alberto Mosca

Promossa dall'Unione delle Pro Loco e giunta alla ottava edizione, celebra dialetti e lingue locali

Una pagina del vocabolario di Enrico Quaresima

Il 17 gennaio celebra la “Giornata nazionale del dialetto e delle Lingue Locali”, ricorrenza istituita dall’Unione delle Pro Loco allo scopo di salvaguardare le lingue locali. E oggi saranno circa un centinaio le manifestazioni in programma in tutta Italia, tra cui una diretta Facebook a partire dalle 11 nella pagina ufficiale di Unpli (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia). La diretta sarà aperta dall’intervento del presidente nazionale delle Pro Loco d’Italia, Antonino La Spina, e dal contributo di Cosma Siani docente di lingua inglese presso l'università di Tor Vergata a Roma e studioso dei dialetti.

Living Immobiliare

Seguiranno gli interventi di poeti dialettali, la proiezione di contributi inviati dalle Pro Loco, la selezione di file audio scelti dall’archivio “Memoria Immateriale” e la lettura dei post raccolti sui social network con gli hashtag dell’evento.

L’Unpli ha infatti aperto un canale Youtube, “Memoria Immateriale”, che contiene oltre 1300 video, vero e proprio inventario on line delle tradizioni italiane. Gli appassionati possono partecipare anche in tempo reale scrivendo anche un post con gli hashtag dell’evento #giornatadeldialetto e #dilloindialetto.

Durante la diretta, inoltre, verranno comunicati i nomi dei vincitori del premio letterario nazionale per le opere in dialetto o lingua locale “Salva la tua lingua locale”.

Lo studio delle lingue locali vanta anche nelle valli di Non e Sole di autorevoli figure: a partire da Carlo Battisti (1882-1977), originario di Fondo, alla sua allieva, vicentina ma trentina d’adozione, Giulia Mastrelli Anzilotti (1927-1999), fino al tuennese Enrico Quaresima (1883-1969), autore dell’ancora oggi fondamentale vocabolario anaunico-solandro, pubblicato nel 1964.



Riproduzione riservata ©

indietro