Skin ADV

Malé saluta Marino Rauzi

lun 01 feb 2021 14:02 • By: Alberto Mosca

Figura storica della Borgata, tappezziere con oltre 65 anni di attività

Una bella immagine di Marino Rauzi al lavoro

Con Marino Rauzi se ne va, all’età di 89 anni, un pezzo di storia di Malé. Classe 1932, iniziò a 14 anni a lavorare nella bottega di tappezziere e di sellaio del papà Mario, a sua volta preziosa memoria storica maletana, scomparso ultracentenario. I genitori avrebbero voluto che Marino proseguisse gli studi, ma l’amore per il mestiere fu più forte. E per anni la figura di Marino si è identificata con quella del suo laboratorio, con l’inconfondibile camice blu. E quando i tempi posero fine alla fabbricazione delle selle, rimase intensa l’attività nel realizzare e restaurare materassi, divani, poltrone, salotti, passando per la rivoluzione portata dall’introduzione della gommapiuma.

Living Immobiliare

In età avanzata, sempre coadiuvato dalla moglie Marcellina, scomparsa da alcuni anni, Marino abbandonò la realizzazione dei salotti per continuare con i materassi, fino al 2011, anno della pensione, dopo oltre 65 anni di lavoro. Attivo nel volontariato del paese e nella parrocchia, colonna del Gruppo Alpini, venne premiato nel 2019 in occasione del novantesimo di fondazione. Nel tempo, affidò alcuni dei suoi preziosi ricordi alle pagine del notiziario comunale "El Magnalampade", come pure nella pubblicazione "Una storia di Malé" edita nel 2015. Una figura stimata, laboriosa e paziente, disponibile e schiva, ricca di quelle virtù che spesso definiamo come "d'altri tempi".

Anche noi di NOS Magazine porgiamo le più sentite condoglianze ai familiari, alla figlia Maria e al figlio Paolo, già nostro collaboratore. 



Riproduzione riservata ©

indietro