Skin ADV

Il Trentino resta arancione. Si registra un deceduto e 351 nuovi casi

ven 26 feb 2021 19:02 • By: Alberto Mosca

I ricoveri sono in aumento. L'indice Rt, in discesa, si attesta a 1,07; è alta l'incidenza dei contagi ogni 100mila abitanti, come il tasso di occupazione delle terapie intensive

Nella giornata in cui per il Trentino si sancisce la permanenza in zona arancione, i dati confermano un aumento dei ricoveri e in particolare in terapia intensiva.

Nel dettaglio abbiamo 1 deceduto e 351 nuovi casi; 156 individuati da 1704 tamponi molecolari, mentre 195 individuati da 1771 test antigenici. Tra i contagiati, 46 sono gli over 70 mentre 63 sono i casi registrati tra bambini e ragazzi in età scolare.

Le persone ricoverate sono ora 211, e in particolare sono 38 (+2) quelle in terapia intensiva. Nelle ultime 24 ore sono stati 20 i nuovi ricoveri a fronte di 13 dimissioni.

Living Immobiliare

Per quanto riguarda i dati generali che mantengono il Trentino in zona arancione, l’indice Rt è sceso in una settimana da 1,17 a 1,07, mentre l'incidenza settimanale dei contagi ogni 100mila abitanti aumenta e Trento è al secondo posto in Italia, con 309,12 (la soglia di attenzione è 250). Bolzano è a 539,01. Il tasso di occupazione nelle terapie intensive è al 39%, laddove la soglia critica è al 30%.

In particolare, nelle valli di Non e Sole abbiamo nuovi casi a Cles (+5) Predaia (+6), Ville d’Anaunia (+2), Malé (+1), Campodenno (+1), Ton (+1), Contà (+2), Peio (+3), Terzolas (+1), Mezzana (+1), Denno (+3), Sfruz (+3).



Riproduzione riservata ©

indietro