Skin ADV

SpazioDialogo: vicino ai genitori

ven 14 mag 2021 17:05 • Dalla redazione

Sportello di supporto alla genitorialità su tematiche educative e di cura

VAL DI NON. Lo sportello aperto da qualche mese in Val di Non e di Sole è stato attivato nell’ambito del progetto Dialogo avviato nel 2019, che ha tra gli obiettivi principali: promuovere, formare e sostenere diverse forme di prossimità e solidarietà tra le persone e l’impegno verso altre persone della propria comunità (dall’accoglienza familiare ad altre modalità di aiuto, accompagnamento, supporto) formare e supportare genitori e persone adulte che svolgono funzioni educative, attraverso percorsi formativi e informativi, attivando uno sportello su tematiche educative e di cura, gruppi di confronto e mutuo aiuto, attività di socializzazione e costruzione di relazioni e reti comunitarie.

“Dialogo” è un progetto finanziato nell’ambito del bando welfare KM 0 di Fondazione Caritro, Provincia Autonoma di Trento e Fondazione Demarchi ed è coordinato da Progetto 92 scs in partnership con il Servizio Politiche Sociali e Abitative della Comunità della Val di Non, i Servizi socio-assistenziali della Comunità della Valle di Sole e della Comunità delle Giudicarie, La Coccinella scs e Incontra scs

Che cos’è SpazioDialogo?

E’ uno sportello a accesso libero che offre sostegno, informazione e confronto su questioni e problematiche differenti, che ogni genitore può incontrare nell’accompagnare i propri figli durante il percorso di crescita. SpazioDialogo attraverso figure qualificate, può fornire ascolto, prime risposte e un primo supporto per genitori di bambini e bambine dai 0 ai 6 anni di età. A titolo esemplificativo potranno essere trattate tematiche quali: le relazioni con altri bambini (fratelli, coetanei…), l’ingresso al nido, il passaggio alla scuola dell’infanzia, l’autonomia e il senso di iniziativa, l’alimentazione, il sonno, il gioco, le regole…

Perché è nato SpazioDialogo?

L’idea di mettere a disposizione uno sportello di supporto per genitori di bambini nella fascia di età della prima infanzia, deriva da un attento confronto tra operatori dei diversi servizi per l’infanzia, anche in base a richieste ed esigenze espresse direttamente anche dai genitori.

Living Immobiliare

La necessità dei genitori di uno spazio specifico dedicato, di riflessione sui temi educativi legati alla crescita dei propri figli, deriva da diversi fattori, come ad esempio: una maggiore solitudine delle famiglie e un minore supporto di rete che ricevono i neogenitori a causa del cambiamento delle strutture familiari e delle trasformazioni nel mondo lavorativo, una maggiore complessità del contesto sociale in cui viviamo, un maggior carico di impegni e responsabilità in capo ai genitori, con conseguenti fatiche nell’assumere compiti e responsabilità propri del diventare padri e madri. La pandemia di quest’ultimo anno ha accentuato ulteriormente incertezze e affanni di molti genitori.

Con Spaziodialogo si intende offrire la possibilità di consolidare le proprie competenze genitoriali, favorendo la condivisione di difficoltà educative e di cura, ponendo attenzione a problematiche che possono ingenerare tensioni familiari, stress, insicurezza. Lo sportello è quindi uno spazio dove trovare in modo diretto, possibilità di ascolto competente, un’opportunità di confronto, spunti concreti rispetto alla propria situazione, è uno spazio rassicurante dove poter trovare sostegno nell’ indirizzare il proprio impegno verso i figli.

Alle persone che contatteranno lo sportello potrà essere proposta, dopo la prima “consulenza” individualizzata iniziale, la partecipazione ad altre iniziative come momenti informativi e formativi e, in particolare, gruppi di confronto alla pari, guidati da un facilitatore. Tali gruppi potranno essere una componente complementare dello Sportello Spaziodialogo che permetterà attraverso forme sostenibili e condivise di supporto e reciprocità tra genitori, di dare continuità ai percorsi avviati. Gli incontri in gruppo facilitano lo scambio, il rafforzamento delle reti sociali e delle opportunità di aiuto reciproco, tutte dinamiche oggi forse più deboli rispetto al passato.

Dopo una prima fase di sperimentazione lo sportello potrà eventualmente aprirsi anche ad un supporto e consulenza per genitori con figli in altre fasce di età.

Come accedere a SpazioDialogo?

Potrete accedere allo sportello tramite un messaggio whatsapp al 324 0209686 o una mail a spaziodialogo@lacoccinella.coop. L’operatore contatterà i richiedenti per raccogliere le esigenze specifiche del genitore/famiglia. La valutazione dell’operatore porterà alla proposta di un appuntamento (in presenza o online in base alle condizioni) o a suggerire l’accesso a servizi specialistici. Info sul sito della coop La Coccinella, al link https://www.lacoccinella.coop/content/spaziodialogo.



Riproduzione riservata ©

indietro