Skin ADV

A Ton si collabora (30)

mer 19 mag 2021 14:05 • By: Fabrizio Brida

A poco più di sei mesi dalle elezioni comunali, NOS Magazine intraprende un viaggio tra i comuni delle valli del Noce, ascoltando le voci dell’amministrazione e, dove presente, della minoranza. Stavolta andiamo a Ton

Una veduta di Ton con Castel Thun e, da sinistra, Ivan Battan e Flavio Franchi

TON. Un clima di collaborazione, che ha portato finalmente all’approvazione all’unanimità del Piano Regolatore Generale e a un confronto positivo e propositivo tra minoranza e maggioranza. Da quando si è insediata la nuova amministrazione, a Ton è forte lo spirito di squadra. Abbiamo chiesto al primo cittadino Ivan Battan e all’ex candidato sindaco Flavio Franchi di raccontarci i primi mesi di legislatura e di proiettare poi lo sguardo verso il futuro, offrendo qualche spunto sui prossimi obiettivi.

A sei mesi abbondanti dalle elezioni, qual è la situazione a Ton?

Battan. Dal giorno delle votazioni e dal nostro insediamento la situazione a Ton, come nel resto del mondo, è stata condizionata dal Covid. Mancano infatti aspetti fondamentali come il rapporto diretto con i cittadini, il confronto, quelle due chiacchiere al bar, nelle vie del paese o in piazza. Manca vedere le associazioni operative sul territorio, i meno giovani giocare a carte nella loro sede. La nostra amministrazione, dal mio punto di vista, si è inserita bene. Supportati dai dipendenti comunali, cerchiamo di dare risposte concrete alle richieste che ci arrivano. Tutti assieme siamo partiti operativi sin da subito, chi con l’esperienza, chi con voglia di fare, ci siamo messi a disposizione condividendo percorsi che, seppur difficili, ci stanno dando soddisfazioni.

Living Immobiliare

Questo grazie anche al supporto delle commissioni, dei consiglieri e di tutti coloro che ci accompagnano, stimolandoci quotidianamente.

Franchi. Devo dire che la situazione, dal nostro punto di vista, è molto buona. Si sta lavorando bene, siamo soddisfatti dell’impegno della maggioranza e dell’ascolto che ci viene garantito come gruppo di minoranza.

Un commento sulla minoranza/maggioranza. Il dialogo e il confronto sono costruttivi?

Battan. A tutt’oggi anche con la minoranza abbiamo un buon dialogo, crediamo che il coinvolgimento sia doveroso da parte nostra. Voglio ricordare in primis che siamo un piccolo territorio, ci conosciamo tutti, ci legano rapporti di amicizia anche se ci siamo candidati in liste differenti. Sicuramente ci potranno essere momenti di discussione e confronto, anzi devono esserci, auspico però che questo non sia motivo non condizioni la vita e i rapporti quotidiani.

Franchi. Il clima è certamente positivo, ci fa piacere collaborare. Sulle tematiche importanti il confronto è costante. C’è stata un po’ di discussione prima di arrivare all’approvazione del Piano Regolatore Generale, ma da parte sia della maggioranza, sia della minoranza sono stati recepiti i punti di vista dell’altro e, dopo i dovuti chiarimenti, siamo arrivati a votare all’unanimità il Prg. Siamo stati convocati anche per discutere dello sviluppo futuro degli impianti sciistici con l’alta Val di Non e Predaia. Alla fine ci siamo trovati concordi nel non partecipare e non impegnare denaro del nostro territorio in un piano che non ci avrebbe garantito un ritorno. In ogni caso voglio ringraziare la maggioranza per la passione, l’impegno e la professionalità con cui sta lavorando.

I prossimi obiettivi e le priorità in programma?

Battan. Stiamo tenendo monitorati gli impegni programmati che ci siamo presi nei confronti dei cittadini in questa legislatura, a cui sicuramente aggiungeremo quanto emergerà strada facendo. La struttura provinciale fortunatamente risponde alle esigenze con velocità e cognizione di causa, cercheremo quindi di realizzare gli interventi di cui il territorio necessita e che siano al servizio dei nostri cittadini. Possiamo dire che qualcosa è già stato fatto, tanto è avviato e tanto è ancora da fare, sono certo che con la collaborazione di tutti riusciremo a dare risposte efficaci.

Franchi. I temi su cui vorremmo attenzione sono la viabilità e gli spazi per i giovani. In questi ambiti, per il momento, non c’è stata possibilità di fare molto. Oggettivamente le risorse sono limitate. Ci teniamo però a garantire ai giovani spazi sicuri e funzionali. In ogni caso sono contento che ci sia grande attenzione ai nostri suggerimenti.



Riproduzione riservata ©

indietro