Skin ADV

Rumo, paradiso della geologia

gio 10 giu 2021 14:06 • By: Alberto Mosca

In questi giorni il Centro Studi Geologici di Malga Masa Murada ha ospitato studiosi provenienti da Zurigo

Il benvenuto a Rumo ai giovani geologi dell'Università di Zurigo

RUMO. Da anni il territorio di Rumo è una sorta di paradiso per i geologi. Merito di una conformazione ricca di particolarità anche uniche al mondo, valorizzate nel corso degli anni e che ancora oggi attirano studiosi da tutto il mondo. “Tutto ebbe inizio – scrive la sindaca Michela Noletti su Facebook -  con il prof. Lauro Morten, affezionato a Rumo, luogo delle sue origini familiari, che sapientemente seppe far conoscere la grande valenza geologica del territorio delle Maddalene”.

Nacque così, inaugurato nel 2011, il Centro Studi Geologici “Lauro Morten”, luogo di campi geologici e di convegni che si sono avvicendati a Rumo con la cura dell’Università di Bologna.

Living Immobiliare

Quest’anno Rumo ha così ospitato i geologi in formazione dell’Istituto Universitario Politecnico di Zurigo che hanno soggiornato a Rumo per due settimane. Il Centro studi geologici ha sede nel cuore delle Maddalene, a malga Masa Murada, a quota 2046 metri. Nella malga-scuola, raggiungibile a piedi in mezz'ora dalle prese dell'acquedotto di Rumo in val Lavazé, possono alloggiare 30 persone tra studenti e docenti. Sorge in un’area che è un autentico libro aperto sulla storia della terra: le Maddalene infatti dal punto di vista geologico sono speciali, qui si trovano le rocce "di mantello", rare in Italia, che hanno una formazione antichissima nell'ordine di 400 milioni di anni. La zona infatti si trova sulla faglia delle Giudicarie tra il blocco africano ed euroasiatico, con una serie di emergenze che sono visibili anche nel fondovalle, lungo la strada che collega i Frari a Revò e Tregiovo, lungo il rio Pescara.   



Riproduzione riservata ©

indietro